Can Yaman scoppia la bomba, con Francesca Chillemi altro che colleghi

Le notizie corrono veloci di bocca in bocca quando sono gustose. Lo sa bene Can Yaman, che è stato beccato mentre, secondo le ultime indiscrezioni, al mattino presto usciva da casa di Francesca Chillemi, a Roma, dove era entrato la sera precedente. Quanto basta per far parlare, e pure tanto, di flirt tra i due. Loro si frequentano da mesi, in realtà, ma per questioni di lavoro: sono i protagonisti di Viola come il mare, la serie che girano insieme a Palermo.

Certo, c’è da dire che il feeling tra i due è stato evidente da subito e da subito ha creato i soliti sospetti tra i fan: sul set molti hanno notato risate, abbracci e chiàcchiere. E poi quegli sguardi ammaliati di Francesca, che osserva Can con una strana luce negli occhi…

Insomma, per i più maligni c’era già di che parlare. Ma ora i sospetti sembrano diventati qualcosa di più concreto. Anche se, ovviamente, entrare e uscire dallo stesso portone non può essere la prova di una relazione tra Can e Francesca. Anche perché la Chillemi, a differenza del divo turco, non ha il cuore libero.

L’attrice siciliana è legata all’imprenditore Stefano Rosso, figlio del patron del marchio di abbigliamento Diesel. Con Rosso, la Chillemi ha messo su famiglia: i due hanno una figlia, Rania, che ha cinque anni e vive tra l’Italia e gli Stati Uniti con i genitori. In realtà il loro è un quadretto di famiglia perfetto: Francesca e Stefano sono belli, giovani, ricchi e innamorati. A vederli così vien da pensare che nulla possa scalfire la loro felicità.

Ma poi arriva Can… Uno come lui, c’è da starne certi, può creare qualche “turbolenza”. Anche perché, all’indubbia prestanza fisica, si u-nisce un modo di fare aperto e simpatico. E poi Yaman è galante con le donne, molto. E ultimamente di galanteria se ne vede poca tra gli uomini. Il divo turco, infine, ha anche il cuore d’oro. Nei giorni scorsi Can ha festeggiato il suo compleanno, ma non in un locale alla moda: ha spento 32 candeline nel reparto pediatrico dell’Umberto I di Roma, tra i bambini ricoverati. Per l’occasione l’interprete ha lanciato l’associazione Can Yaman For Children ets, che raccogliere fondi per acquistare una culla termica e un respiratore pediatrico per i piccoli degenti.

Insomma, se è vero che Can sembra il classico bravo ragazzo, uno che non comincerebbe mai una storia con una donna impegnata, è anche vero che lui ha tutte le qualità per colpire dritto al cuore. Lo sa bene la sua ex, la conduttrice Diletta Leotta. Che per lui aveva avuto il classico colpo di fulmine ed era quasi arrivata all’altare. Acqua passata ormai.

Da allora ogni donna che si avvicina a Yaman viene etichettata come la sua nuova fiamma. E il prezzo della fama: da quando si è trasferito in Italia, l’attore vive assediato da fan e paparazzi, che si appostano sotto casa sua e lo seguono in ogni spostamento. Figuriamoci, quindi, quando esce, coperto da cappuccio, occhiali e mascherina, dal portone di casa della compagna di set Chillemi… Stavolta per i fan la curiosità è doppia. Solo il tempo dirà se il loro è un semplice rapporto di amicizia o se è una relazione clandestina. Nel frattempo Can dovrà abituarsi all’idea che ogni sua frequentazione, al momento, fa rumore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *