Claudio Baglioni e Rossella Barattolo la loro storia: età, carriera, vita privata e figli

Claudio Baglioni e Rossella Barattolo sono Uniti da oltre 30 anni 2 punte la coppia si conosce da quando il cantautore era sposato ancora con la moglie Paola Massari. Claudio Baglioni conosce Rossella Barattolo Nel 1987, Quando la donna entra a far parte del staff come manager.

Frequentandosi molto spesso per via del lavoro, è nata una bella amicizia che col tempo si è trasformato in amore a tal punto Che Claudio Baglioni lasciò sua moglie Paola, sposata nel 1973. Claudio Baglioni e Rossella Barattolo inizia una convivenza nel 1994 dopo l’effettivo divorzio dall’ex moglie. Anche se, il cantante Ha tenuto nascosto il rapporto con Rossella per più di 14 anni tenendo lontano dai riflettori.

Claudio Baglioni e Rossella Barattolo Ormai sono una coppia indissolubile da oltre 30 anni, oltre all’amore, la passione per la musica hanno anche la passione per la chirurgia estetica. Infatti, Claudio Baglioni se sottoposti a molti interventi di chirurgia plastica al Volto, negli anni 90 per via del bruttissimo incidente stradale Dov’è quasi perse la lingua. Da quel momento Claudio Baglioni sembra averci preso gusto aggiungendo qualche ritocchino estetico qui e la.

L’attuale compagna di Baglioni, infatti pare lavorasse nel settore delle aziende petrolifere e il conduttore avrebbe raccontato di essere rimasto colpito proprio da questa sua capacità manageriale, così da chiederle di entrare nel suo staff e conoscendosi giorno dopo giorno, si sono innamorati l’uno dell’altra. I due sarebbero andati a convivere nel 1994 e la loro storia d’amore fu resa pubblica molto più tardi, ovvero nel 2008, quando Claudio divorziò formalmente dalla prima moglie.

Rossella nel corso degli anni, poi ha raccontato quanto fossero stati difficili quegli anni in cui la loro storia d’amore non era pubblica, e sembra che ci siano stati dei periodi in cui i due avrebbero anche deciso di lasciarsi. A tal riguardo, l’attuale compagna di Baglioni racconta: “Ci siamo lasciati per sei mesi. Ma era proprio quando eravamo divisi che abbiamo capito che non potevamo stare lontani l’uno dall’altro”. Fu proprio durante una delle tante crisi che Claudio Baglioni scrisse uno dei suoi più grandi successi, ovvero “Mille giorni di te e di me”, che non sarebbe stata dedicata, quindi, all’ex moglie come tutti credevano.

Rossella nel corso di questi anni non sembra avere rilasciato molte interviste anche se il suo carattere si presterebbe molto a farlo, però non ha mai nascosto il dispiacere per non aver mai avuto un figlio da Claudio. Questo fa intendere che i due hanno tentato di avere un figlio, che però purtroppo non è mai arrivato. Sembra infatti che dopo tante insistenze i due ci abbiano rinunciato. Baglioni è comunque già padre di Giovanni, nato dalla suo primo matrimonio, bambino che è nato nel 1982.

Claudio Baglioni nasce a Roma il 16 maggio 1951. Inizia la carriera musicale nel 1965 con la partecipazione ad un concorso per nuovi talenti nel quartiere romano di Centocelle. Tra il ’65 ed il ‘ 68 scrive una suite musicale su una poesia di E. A. Poe “Annabel Lee”, fa un provino per la RCA, realizza il suo primo album “Claudio Baglioni”, partecipa al “Disco per l’estate” con la canzone “Una favola blu”. Dopo l’uscita del secondo album “Un cantastorie dei giorni nostri” nel 1972 arriva il grande successo con la realizzazione di “Questo piccolo grande amore”.

Parte per il primo tour nel 1973, anno dell’uscita di “Gira che ti rigira amore bello”. Nel 1974 realizza a Parigi “E tu” con la collaborazione di Vangelis e nel 1975 “Sabato pomeriggio” con gli arrangiamento di Louis Enriquez Bacalov. Nel 1977 esce “Solo” e comincia una tourneè negli Stati Uniti ed in Canada. Il 1978 è l’anno di “E tu come stai?”, realizzato con la nuova casa discografica, la CBS. Nel 1981 concepisce “Strada facendo” accompagnato da una serie di concerti nei palazzi dello sport. Per la nascita del figlio Giovanni, nel 1982, compone “Avrai” e parte con l’acclamatissimo tour “Alé-oó” da cui viene tratto l’omonimo album. Nel 1985 esce “La vita è adesso” e l’anno seguente parte il tour di “Assolo”, performance di tre ore voce,chitarra e pianoforte. Dopo due anni di lavorazione pubblica “Oltre”, un album che vede la partecipazione di molti nomi illustri della musica internazionale: Paco De Lucia, Pino Daniele, Mia Martini, Youssu N’Dour, Phil Palmer, Tony Levin ed altri. Da qui fino al 1994 realizza una serie di tourneè in giro per l’Italia. Nel 1995 esce ‘Io sono qui” a cui segue il “Tour Rosso” nei palazzi dello sport.

Nell’estate del 1998 realizza il sogno di tenere dei concerti nei principali stadi italiani. Nel 1999 esce l’album “Viaggiatore sulla coda del tempo”. Nel 2000 parte da Pompei il tour acustico “Sogno di una notte di note” che per tutto il periodo estivo tocca alcuni fra i luoghi d’arte italiani (anfiteatri, teatri e siti archeologici) più suggestivi. Il tour diventa un disco, il primo album acustico di Baglioni, col titolo di “Acustico – Sogno di una notte di note”. Nel 2001, nel nuovo tour “Incanto tra pianoforte e voce” dal teatro Ventidio Basso di Ascoli. Per la prima volta il cantante si esibisce da solo in un concerto di oltre 3 ore, accompagnato esclusivamente dal pianoforte a coda. “Sono Io – l’uomo della storia accanto” esce nel 2003 e si pone immediatamente al primo posto nelle classifiche nazionali, ottenendo disco di platino con oltre 150.000 copie vendute.

I generi delle sue canzoni sono principalmente: musica leggera e worldmusic. La musica leggera raggruppa in sé, un insieme di tendenze musicali affermatesi a partire dal XX secolo: country-pop, elettro-pop, teen-pop, dance-pop, reggae-pop caratterizzate da un linguaggio relativamente semplice ed in alcuni casi schematico. La musica leggera è strettamente inserita nel circuito di diffusione commerciale mondiale con incisioni discografiche, video, festival, concerti-spettacolo, trasmissioni e reti televisive e radiofoniche.

Questo genere è destinato ad un pubblico sempre più vasto. Gli strumenti tipici utilizzati per la musica leggera sono: voce, pianoforte, chitarra classica, violino e tastiere. Le caratteristiche principali della musica leggera sono:  spiccata orecchiabilità  utilizzo abbondante della melodia;  ritmica semplice e uso di tempi musicali pari (primo tra tutti il 4/4);  testi di facile comprensione;  sottofondo musicale per lo più scarno o poco elaborato;  utilizzo del cosiddetto formato canzone (strofe alternate al ritornello);  breve durata dei brani. Le canzoni di Claudio Baglioni hanno come tema principale l’amore, le sue virtù e i suoi difetti che colpiscono principalmente i giovani di qualsiasi epoca.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *