Intrattenimento

Claudio Coccoluto chi è: Età, dj, moglie, figli, malattia e vita privata

I primi a rendergli l’ultimo saluto sono stati il suo socio Giancarlo Vattafarano, che tutti conoscono come Giancarlino, Queste sono state le sue parole: “sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me”. Coccoluto era era soprannominato cocco, il suo esordio risale Nel 1978 come speaker dell’emittente locale radio Andromeda
Una brutta notizia per tutti gli amanti la musica dance e non solo. è morto il dj Claudio Coccoluto l’uomo era famosissimo in tutto il mondo, è venuto a mancare Nella notte tra il primo e 2 marzo nel suo appartamento di Cassino.
Claudio aveva 59 anni ed è morto assistito dalla moglie Paola e dei suoi figli Gianmaria e Gaia. Un grande vuoto lascia nell’intero mondo della musica. L’artista, originario di Gaeta, in provincia di Latina, dove aveva iniziato ad appassionarsi di giradischi nel negozio di elettrodomestici del padre sulle note di Maga Maghella di Raffaella Carrà (così ci aveva raccontato in una recente intervista con la pacatezza che era uno dei suoi tratti distintivi), si è spento martedì 2 marzo alle 4.30 nella sua casa di Cassino, accanto alla moglie Paola e ai figli Gianmaria e Gaia.

Tra i primi a volergli rendere omaggio il socio Giancarlo Battafarano, in arte Giancarlino (insieme avevano fondato il Goa , 25 anni di storia nella Capitale, unico club in Italia a finire nelle classifiche dei migliori al mondo):

«Se ne va il maestro più grande e l’amico di sempre. Ha dato cultura alla musica nei club come dj e artista fuori dal coro. Sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me».

Claudio Coccoluto. Claudio è famoso per produzioni discografiche come Belo Horizonte che ha raggiunto i vertici delle classifiche internazionali, con oltre un milione di copie. Coccoluto è un dj imprenditore: controlla la discoteca Goa di Roma, l9AreaCity di Mestre e il Sueno di Formentera; è richiesto nelle piste più famose. È l’unico italiano nella lista dei 20 dj più conosciuti al mondo, una fama da popstar internazionale ma una vita da pater familias (sposato da 10 anni dopo un fidanzamento di 13 e due figli). «Mi piace fare il dj ma poi tornare a casa a raccogliere le foglie in giardino. La credibilità è alla base del successo. Io metto la mia faccia per far divertire la gente».

I veri dj comprano ancora i dischi di vinile e spendono cifre da capogiro per rimanere aggiornati con le novità di tendenza. «Ci sono persone che guadagnano 1.300 euro al mese e fanno il doppio lavoro per potersi permettere questa spesa, lo spazzino di giorno e il dj di notte. Occorrono almeno 2-300 euro al mese per rimanere aggiornati con le novità, per un professionista la cifra sale a 6-700 euro» dice Luca Marino.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *