Fiordaliso al centro di una bufera per lo spot in tv: violento e lesivo per le donne

Marina Fiordaliso recentemente pare sia finita al centro di una polemica per via della partecipazione ad uno spot televisivo. Sembra che questo non sia affatto piaciuto e sia finito al centro di una polemica davvero incredibile. Ma per quale motivo lo spot e di conseguenza Fiordaliso sono finiti al centro della polemica e delle critiche?

Marina Fiordaliso al centro di una bufera per uno spot

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, recentemente Marina Fiordaliso è stata al centro di una polemica piuttosto feroce. Tutto ciò è avvenuto nel momento in cui ha preso parte ad uno spot televisivo che la cantante ha girato per il mobilificio Bassano outlet di Castellarano. Sembra che questo spot sia stato considerato troppo violento per essere mandato in onda e di conseguenza sia gli autori dello spot che la stessa Fiordaliso, sono finiti al centro di una bufera mediatica. Sembrerebbe che questo video promozionale per il mobilificio in questione fosse ispirato ad un film molto famoso ovvero Shining di Kubrick.

La denuncia da parte dell’associazione Unione donne in Italia di Modena

Fiordaliso che è la protagonista della pubblicità, in queste scene pare fuggisse da un uomo che la ricorreva e la inseguiva armato di ascia. Molti utenti del Web sembra che non abbiano gradito questo sport, considerato piuttosto violento. È nata così una vera e propria polemica e bufera mediatica, tanto da essere intervenuto all’istituto nazionale per l’ autodisciplina pubblicitaria. Questo si è pronunciato contro lo spot ed ha deciso il ritiro. Sembra che l’intervento di questo Istituto sia avvenuto dopo le polemiche sollevate dall’ Unione donne in Italia di Modena. Quest’ultima avrebbe denunciato il ” carattere violento e lesivo della dignità delle donne dei contenuti della campagna pubblicitaria”.

La sentenza dell’Istituto

Insomma, sembra che questa associazione abbia invitato così le istituzioni ad intervenire e soprattutto a condannare ogni tipo di messaggio pubblicitario che possa avere dei contenuti violenti e che possono essere lesivi della dignità delle donne. Dopo aver accolto la denuncia, il comitato di controllo dell’Istituto ha esaminato il messaggio pubblicitario e successivamente ha emesso la sentenza. Lo Spot è stato definito “contrario agli artt. 9 e 11 del codice. Il messaggio nel promuovere la vendita dei mobili di “Bassano Outlet” sembra voler trarre ispirazione dal film “Shining” e mostra un uomo che con un’ascia in mano insegue una spaventatissima donna, la cantante Fiordaliso“.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *