Kate e Meghan, la sfida per natale


Controcopertina è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Londra, dicembre ‘ormai eterno duello tra le duchesse rivali passa attraverso un evento che di solito evoca buoni sentimenti. Invece il concerto di Natale di Gran Bretagna è diventato il terreno di scontro tra Kate e Meghan, mogli dei principi William e Harry. E c’entra anche l’emittente pubblica Bbc.

Per capire quel che è accaduto, però, bisogna fare un passo indietro e soffermarsi sulle attività di beneficenza di William e Kate, che già qualche mese fa avevano deciso di fare le cose in grande per il prossimo Natale, producendo un concerto e destinando i ricavati della vendita dei diritti alle charity che patrocinano. L’idea era che Kate stessa presentasse l’evento nell’abbazia di Westminster, dove lei e William si sono sposati, e che tra il pubblico ci fossero i loro tre figli, George, Charlotte e Louis.

Sembrava scontato che a trasmettere il concerto sarebbe stata la Bbc. Questo fino a poco tempo fa; poi remittente, già colpevole di aver mandato in onda nel 1995 la celebre intervista in cui la principessa Diana faceva luce sul matrimonio “affollato” con Carlo (intervista che fu indotta a rilasciare attraverso falsi documenti che le erano stati mostrati), è inciampata ancora. Ha trasmesso il documentario The Princes and thè Press -i  principi e la stampa, realizzato dal giornalista Amol Rajan, un professionista imparziale sì, ma non simpatizzante per la monarchia.

Al centro, gli avvenimenti degli ultimi anni dall’entrata di Meghan nei royal passando per le “dimissioni” sue e di Harry dalla famiglia reale. Il documentario mette l’accento su una presunta gelosia di Kate verso Meghan, sugli altrettanto presunti gesti di bullismo di Meghan contro il suo staff -tutto costruito ad arte è la tesi – e sul fatto che esisterebbe un accordo con la stampa teso a far apparire il principe Carlo, William e Kate come esempi da seguire, al contrario di Harry e Meghan.

Di più: da un nuovo libro emerge che a rendersi protagonista del presunto episodio di razzismo nei loro confronti (preoccupandosi del colore della pelle del figlio Archie), sia stato proprio Carlo. Ovvio che il palazzo non abbia gradito. La Bbc avrebbe risposto picche alle richieste dei reali – anche della regina Elisabetta – di supervisionare il documentario. Ma mentre la sovrana porta avanti i suoi impegni di lavoro (e tra questi c’è la presa d’atto del fatto che le Barbados siano diventate ima repubblica) la risposta di William e Kate non si è fatta attendere: hanno stabilito che il concerto di Natale non andrà in onda sulla Bbc, ma sulla rete privata Itv. Manovra che sa di boicottaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.