Marisa Fracci sapete chi è la sorella di Carla Fracci, età, carriera, vita privata, marito, figli

Carla Fracci è stata una delle ballerine italiane più amate e più importanti, non soltanto del nostro paese ma conosciuta in tutto il mondo. L’etoile si è purtroppo spenta nella mattinata di oggi giovedì 27 Maggio 2021 all’età di 84 anni, dopo aver lottato contro una brutta malattia. In realtà, pare che in pochi sapessero che effettivamente Carla Fracci fosse malata e per questo motivo la notizia della sua morte ha colto di sorpresa molti.

Carla Fracci, una delle ballerine italiane più amate in tutto il mondo

Di lei sappiamo che è nata il 20 agosto del 1936 e che fin da piccolina è stata una appassionata di danza. Soltanto negli anni 50 è diventata la prima ballerina della Scala e nel corso della sua carriera ha ottenuto grandi premi e riconoscimenti. Ha ballato con i danzatori più famosi della storia tra i quali Vassiliev e Nureyev. Non tutti sanno che Carla non era l’unica artista della famiglia visto che anche la sorella Marisa è una famosa ballerina. Ma cosa conosciamo di quest’ultima? Chi è Marisa Fracci?

Marisa Fracci, chi è

Marisa Fracci è la sorella minore di Carla Fracci, ovvero la più grande ballerina di tutti i tempi che come abbiamo visto purtroppo è deceduta nelle scorse ore. È figlia di Luigi Fracci e di Santina Rocca. Marisa è nata a Milano il 5 aprile 1942 e attualmente ha 79 anni. Ha studiato danza presso la scuola di ballo del Teatro alla Scala e poi ha iniziato a lavorare nei balletti delle opere dei teatri di Venezia, Verona, Genova e Palermo. Ha lavorato tanto nel teatro ma anche in televisione ed è stata infatti protagonista del corpo di ballo di tante trasmissioni televisive andate in onda degli anni 60 e 70. Tra questi Il signore di mezza età, La Prova del Nove, Studio Uno, Partitissima, Milleluci, Canzonissima, Studio 80.

Carriera e vita privata

La sorella di Carla Fracci ha preso parte anche a tante commedie teatrali ed anche ad alcune operette ed in alcune occasioni è stata diretta dal cognato Beppe Menegatti. Ha preso parte anche ad alcune produzioni di balletto interpretate proprio della sorella Carla.
Riguardo la vita privata di Marisa sappiamo che è sposata con uno scenografo, arredatore, costumista e architetto di nome Renzo Gronchi. I due hanno avuto una figlia di nome Barbara che fa l‘ organizzatrice teatrale come professione.

Carla Fracci, una delle ballerine più famose del Novecento uscita da umili origini in Italia per abbagliare il pubblico nei teatri di tutto il mondo, è morta di cancro all’età di 84 anni, ha riferito giovedì la sua famiglia.

Fracci ha ballato con le migliori star del suo tempo, raggiungendo coppie memorabili con Rudolf Nureyev, Erik Bruhn e Vladimir Vasiliev, ed era conosciuta in particolare per la sua rappresentazione di grandi balletti romantici, in particolare “Giselle”.

In seguito, girerà numerose compagnie di balletto italiane, tra cui quelle di Napoli, Verona e Roma, e cercò di portare la danza nelle città provinciali per mantenere vivo il balletto in un paese in cui l’opera era tradizionalmente dominante.

“Carla Fracci ha onorato il nostro Paese con la sua eleganza e il suo impegno artistico”, ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un comunicato, in cui ha elogiato le sue “straordinarie qualità artistiche e umane che l’hanno resa una delle più grandi ballerine classiche del nostro tempo”.

Fracci è nato a Milano nel 1936. Suo padre era un autista di tram e sua madre lavorava in una fabbrica.

Si unì alla scuola di balletto del prestigioso teatro alla Scala di Milano quando aveva 10 anni e ammise che la danza classica era noiosa fino a quando non vide esibirsi la star britannica Margot Fonteyn.

“Fu allora che si accendono scintille, una scintilla che si trasformò in fuoco e non mi lasciò mai”, disse al corriere della Sera nel 2008.

Si diplomò alla scuola di balletto nel 1954 e divenne ballerina solista due anni dopo, prima di diventare una prima ballerina nel 1958.

Fracci ha continuato a esibirsi per più di 50 anni, una carriera che ha ricordato nella sua autobiografia del 2013 “Passo dopo passo: La mia storia”. In esso, descrive com’era lavorare con i grandi ballerini della sua generazione, tra cui Nureyev, che a volte era difficile.

“Ballare con Rudy è stata, di per sé, una sfida: un grande ballerino e coreografo ma anche un uomo molto difficile, competitivo, eccentrico, volubile, imprevedibile, lunatico, temperamentale, a volte così orribile che sul palco si è comportato male con chi ha ballato con lui”, ha scritto.

Fracci ha tenuto la sua ultima master class a gennaio alla Scala, dove ha esplorato “Giselle”, uno dei ruoli più ambiti dai ballerini, che l’italiano ha interpretato per la prima volta nel 1959 a Londra e poi nel mondo nei decenni successivi.

“Ha ricevuto una deliziosa ovazione, piena di fiori da un avido pubblico di star”, ha scritto il New York Times in una recensione della sua esibizione all’American Ballet Theatre nel 1991.

Fracci era sposata dal 1964 con il regista Beppe Menegatti, con il quale ebbe un figlio di nome Francesco.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *