Patrick Zaki: chi è il giovane studente e perchè si trova in carcere in Egitto

Patrick Zaki chi è e perché è in carcere in Egitto? Si tratta dello studente che è in prigione esattamente dal 7 febbraio 2020 in Egitto e che rischia davvero tanti anni di reclusione. Ormai sono trascorsi diversi mesi da quando il giovane studente dell’Università di Bologna è stato incarcerato in Egitto ed esattamente al Cairo. Il 7 febbraio del 2020 è stato fermato dalle autorità egiziane, un mandato di cattura che pare fosse risalente all’anno prima. Il giovane, quindi era rientrato nel suo paese natale, quando venne incarcerato. Questo caso avrebbe avuto un’attenzione non indifferente del nostro paese, così come anche all’estero. Ma chi è Patrick Zaki?

Patrick Zaki, chi è il giovane

È uno studente di 29 anni egiziano, il quale si era impegnato in un corso post laurea a Bologna riguardo gli studi di genere e delle donne. Per diversi anni è stato anche una attivista per i diritti umani in prima linea ed è stato anche particolarmente al centro della cronaca. Ha assunto Infatti un ruolo di organizzatore per quanto riguarda la campagna delle elezioni presidenziali avvenute nel suo paese natale esattamente nel 2018 a favore di Khaleb Ali. Pare fosse conosciuto nel nostro paese dove lavorava per l’organizzazione Egyptian Initiative for Personal Rights (EIPR). Era anche un ricercatore sui diritti umani e anche di genere.

Perchè è stato arrestato

Ad ogni modo, pare venne arrestato e accusato di terrorismo e di diffamazione dello Stato attraverso l’utilizzo dei mass media. In questi mesi sono state tante le richieste di scarcerazione ma ad oggi non sia certezza di quando il giovane possa tornare in libertà. Per chi non lo sapesse, il regime egiziano è infatti piuttosto rigido. Il giovane sarebbe stato accusato anche di avere pubblicato sui vari social network delle notizie false, soltanto con un fine ovvero quello di disturbare la pace sociale del suo paese. Venne arrestato il 7 febbraio 2020 durante il ritorno in patria e durante un viaggio di vacanza. Tante le immobilizzazioni effettuate in questi mesi per chiedere al governo egiziano la scarcerazione dello studente.

Come si è mobilitato il nostro paese

Un po’ di tempo fa nel nostro paese era stata presentata in Senato una mozione riguardante proprio la richiesta di dare a Patrick la cittadinanza italiana. A presentare la mozione era stato il senatore Francesco verducci e pare che avesse avuto ben 208 voti favorevoli, 33 astenuti tutti appartenenti a Fratelli d’Italia e nessun voto avverso. Si era chiesta quindi la sollecitazione riguardo la liberazione del giovane attivista.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *