Salmo: chi è il rapper che ha organizzato il concerto ad Olbia, età, carriera, vita privata

In questi ultimi giorni il famoso rapper Salmo sembra stia facendo parlare parecchio di sé. Nello specifico pare che il rapper abbia catturato su di se tutta una serie di polemiche dopo aver mobilitato Olbia per un concerto totalmente privo di misure di distanziamento sociale e quindi contro le norme anti covid. Tanti esponenti del mondo della musica e dello spettacolo in generale si sono indignati per il comportamento tenuto dal rapper ed hanno espresso il loro disappunto proprio sui social. Ma cosa conosciamo di lui e qual è la sua storia?

Chi è Salmo

Di lui sappiamo che è nato nel 1984 e che ovviamente il suo vero nome è Maurizio pisciottu. E’ un rapper sardo il quale però sembra aver trovato fortuna a Milano. Già in passato pare fosse stato definito il rapper più controverso degli ultimi tempi ed effettivamente dopo quanto accaduto in questi ultimi giorni, sembrerebbe che questo appellativo possa essere confermato. Ha iniziato a scrivere le sue prime rime quando era ancora piuttosto giovane, ma poi ha debuttato sulla scena Nazionale nel 2011 con il primo album intitolato , The Island Chainsaw Massacre.

Nel giro di un anno poi ha iniziato a farsi notare riuscendo così poi a scrivere e ad incidere il secondo album intitolato Death USB che ha avuto un successo davvero strepitoso. Grazie a questo album si è aggiudicato il premio agli MTV Hip Hop Award come Best Crossover. Il primo disco d’oro però per lui è arrivato nel 2013 con Midnite. Ha avuto anche qualche esperienza come attore e nello specifico ha preso parte al cortometraggio Nuraghes S’arena di Mauro Aragoni.

Vita privata

Riguardo la sua vita privata sappiamo che è fidanzato con Greta Menardo una campionessa di kitesurf freestyle e che in due sono molto innamorati nonostante comunque ci sia una differenza di età piuttosto sostanziale. Tra di loro infatti ci sono ben 14 anni di differenza.
Come abbiamo già avuto modo di vedere, nei giorni scorsi è stato al centro di una polemica per avere organizzato un concerto ad Olbia andando contro ogni tipo di misura precauzionale per evitare contagi da covid.

Il concerto ad Olbia

All’apertura della sua esibizione ha pronunciato un discorso politico. “Caro Signor Stato, vorrei ricordarle che quasi tutti i settori lavorativi in Italia sono ripartiti. L’unico dimenticato da Dio è quello dell’arte e dello spettacolo. Non possiamo andare al cinema né a teatro. Non possiamo andare a vedere una mostra d’arte e soprattutto non possiamo fare i concerti, che sinceramente è quello che mi interessa più di tutto. Ci hanno detto di fare i live con poche persone, tutti distanziati e seduti…Signor Stato, noi non ci vogliamo stare seduti, noi vogliamo alzarci, saltare, quindi la musica la cultura e l’arte in Italia sono importanti tanto quanto lo sport, ma nel resto del mondo fanno concerti con 100mila persone e qua no”. Questo è il suo discorso.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *