Streaming web Inter Genoa Gratis Diretta Live Tv dove vedere Sky o Dzan

Ti stai chiedendo dove si vede Inter Genoa in diretta streaming gratis e TV? Vuoi sapere se Inter Genoa sarà trasmessa da Sky o DAZN? Vuoi sapere a che ora si gioca la partita Inter Genoa? Vuoi conoscere le formazioni ufficiali di Inter Genoa? Cerchi un modo per vedere Inter Genoa ?

Nessun problema, di seguito trovi tutte le risposte che cerchi.

In questo articolo vedremo come e dove si vede Inter Genoa in diretta TV e in diretta live streaming sul tuo PC, Smartphone, Tablet o Console, vedremo le formazioni del match, l’orario della partita e tutti gli altri dettagli su questo match Inter Genoa di Serie A.

Il clamoroso errore arbitrale che ha lasciato l’Atalanta in dieci uomini dopo appena 17 minuti di gioco nella gara, poi persa 1-0, con il Real Madrid è solo l’ultimo dei torti subiti dalle squadre italiane nelle tre gare di andata degli ottavi di finale di Champions League. La settimana scorsa, all’ultimo secondo di Porto-Juventus, Cristiano Ronaldo è andato a terra dopo un contatto con il difensore dei portoghesi Zaidu ma l’arbitro Del Cerro non ha assegnato il penalty che poteva valere il 2-2. Martedì alla Lazio, travolta dal Bayern Monaco in casa per 4-1, non è stato assegnato sullo 0-1 un calcio di rigore per il contatto tra Milinkovic-Savic e Boateng e l’altra sera è toccato alla formazione bergamasca ritrovarsi vittima di un errore di valutazione del direttore di gara Stieler che ha cacciato Freuler per il fallo su Mendy rovinando completamente la sfida.

Si tratta di errori molto pesanti, nell’economia di una partita gli episodi diventano determinanti e tutti sono relativi a situazioni che hanno condizionato in modo netto e pesante il risultato. «La partita è stata rovinata, c’è grande rammarico. Il contrasto resta un gesto del calcio che non si può togliere. Questo è un suicidio del calcio. Non si possono avere arbitri che non distinguono un fallo da un contrasto, che non hanno giocato al calcio»: ha detto il tecnico dei nerazzurri nel post partita. Su Instagram anche il direttore operativo Roberto Spagnolo ha pubblicato un fermo immagine dell’azione commentando: «No ultimo uomo e palla che esce… partita rovinata» e diversi giocatori hanno dimostrato solidarietà al centrocampista svizzero che, da grande leader qual è aveva chiesto scusa a tutti per l’espulsione.

L’errore

L’errore di Stieler sta facendo discutere anche in Spagna. La stampa catalana nelle ultime ore ha cavalcato la situazione con l’emittente radio Ra1 che ha parlato di “furto totale”. I media più vicini al Real Madrid hanno invece quasi ignorato la situazione nonostante anche nell’immediato dopo partita diversi giornali online avevano sottolineato come l’espulsione del numero 11 di Gasperini avesse inciso pesantemente sull’andamento del match. Lo stesso Lucas Vazquez, terzino di Zidane, ha ammesso: «Non so se il rosso c’era». Oltre all’episodio relativo a Freuler che ha fatto imbufalire un po’ tutto l’ambiente bergamasco è la gestione della gara da parte del fischietto tedesco. Il metro usato non è stato omogeneo, nel finale sullo 0-0 Casemiro (già ammonito) si è reso protagonista di una netta simulazione ma Stieler, dopo aver fischiato prima che la palla andasse sul fondo ed essere corso con fare minaccioso verso il capitano del Brasile, non ha estratto il secondo giallo.

Sospiro di sollievo in casa Inter. Dopo l’annuncio delle positività dei due amministratori delegati Marotta e Antonello, del direttore sportivo Ausilio, dell’avvocato Capellini e di un membro dello staff tecnico, i tamponi effettuati giovedì su tutto il gruppo squadra, e resi noti prima dell’allenamento di ieri, hanno dato esito negativo. Ovviamente anche quest’oggi verrà eseguito un nuovo giro di test. Con i risultati dei tamponi che arriveranno domani, a poche ore dalla sfida di campionato contro il Genoa di Ballardini.

A tal proposito Conte, che quest’oggi non interverrà in conferenza stampa proprio limitare al massimo le interazioni con chi lavora ad Appiano, è intenzionato a schierare la stessa squadra che ha avuto la meglio di Lazio e Milan. Con Darmian favorito su Young per prendere il posto dello squalificato Hakimi. Difficilmente Stefano Sensi verrà inserito nella lista dei convocati. Anche ieri il centrocampista nerazzurro, che risulta comunque recuperato, ha effettuato un lavoro personalizzato. Quest’oggi il mister deciderà se farlo allenare o meno in gruppo. Ma visti i precedenti, sembra plausibile che l’ex Sassuolo torni a Parma.

Inter Genoa IN STREAMING GRATIS: COME VEDERLA

– Gli abbonati a Sky Calcio potranno guardare Inter Genoa in diretta streaming live su pc, tablet o smartphone utilizzando una connessione ad internet grazie al servizio Sky Go.

– Gli abbonati a Premium Calcio potranno guardare Inter Genoa in diretta streaming live su pc, tablet o smartphone utilizzando una connessione ad internet grazie al servizio Premium Play.

– Su Sky Online è possibile acquistare l’evento al prezzo di 9,99 euro e guardare la partita Inter Genoa in Streaming Live su Pc, Smartphone, Smart Tv, Xbox, Playstation e tablet.

– I clienti TIM possono utilizzare l’applicazione Serie A TIM per guardare la partita Inter Genoa in diretta streaming live su smartphone o tablet Android o IOS e la sintesi della partita.

– Inoltre sono diversi i siti internet che offrono la possibilità di guardare Inter Genoa in Streaming Gratis, come rojadirecta e livetv.sx ma prima è consigliabile verificarne la legalità nel proprio paese.

Come e dove vedere Inter Genoa  in Streaming Gratis

Sconfitto il Napoli, fermate sul pareggio Atalanta e Lazio il Genoa di Davide Ballardini insegue il colpo grosso oggi contro la capolista Inter. I rossoblù sono concentrati solo sulla sfida ai nerazzurri, per il derby di mercoledì c’è tempo come ha spiegato perfettamente il tecnico romagnolo. «Sono state tutte prove difficili per motivi diversi – ha detto ieri – Credo che l’Inter sia la big delle big del nostro campionato e tra le altre cose loro hanno un solo obiettivo il campionato. Per questo è diventata la più forte tra le forte. Inoltre sono certamente e nettamente i più in forma, come hanno dimostrato nel derby, e quelli con più possibilità di vincere il campionato».

E come se non bastasse davanti possono contare sulla coppia Lautaro-Lukaku per i quali Ballardini ha un pensiero senza appello: «Sono la coppia sicuramente più forte. Come affrontarli? Da squadra. Cercando di non concedergli troppo spazio. Non c’è una formula magica ma devi cercare di farli prendere il meno possibile la palla e chiudere i compagni che danno a loro la palla, bisogna ridurre gli spazi». Un’Inter che il Genoa non sconfigge dal ‘94 e che nelle ultime cinque sfide ha sempre vinto. «Per noi è importante la prestazione, è importante che il Genoa faccia una bella prestazione. Perché siamo convinti che se noi facciamo una bella prestazione, poi il premio arriva. Il nostro obiettivo è quello di fare una bella partita». E nessun pensiero alla Sampdoria. «Adesso pensiamo alla partita con l’Inter. Sappiamo che poi mercoledì avremo la gara con la Sampdoria. Chiaro che facciamo delle valutazioni, ma pensiamo ad una partita alla volta». Le tre gare in otto giorni porteranno comunque a qualche cambiamento di formazione. «Rischio diffidati? Magari le valutazioni sono più per altri motivi. Chiaro che consideriamo anche le ammonizioni, ma siamo più attenti ad altri aspetti».

Inter informa ufficialmente gli investitori della ricerca di nuovi soci. Lo ha fatto con un passaggio della relazione sul primo semestre 2020-21 di Inter Media Communication, la cassaforte commerciale dove confluiscono tutte le entrate. Nel paragrafo titolato “aggiornamento della ricerca di potenziali partners per il gruppo” si legge quello che sta facendo Suning: «La proprietà sta trattando per fornire una serie di soluzioni in materia di continuità nella struttura economica e nella gestione della liquidità. Anche se Suning ha garantito il suo impegno nella continuità del supporto finanziario del club, è ragionevole e prudente guardarsi intorno. Con questo scopo Suning ha nominato alcuni advisor in Asia per individuare partner adatti sia per immettere liquidità che per altro. Questi colloqui proseguono».

RICAVI BLOCCATI

È la dimostrazione della necessità di percorrere strade alternative a causa delle difficoltà della famiglia Zhang. Nella relazione si trovano alcuni numeri indicativi, a partire dai 55,7 milioni di ricavi da sponsor non ancora incassati dal club a causa della difficoltà di esportare capitali dalla Cina: 12,8 al 30 giugno 2019 ai quali si sono aggiunti 25,9 milioni al 30 giugno 2020 e 16,8 milioni al 31 dicembre scorso. Pesantissimi per l’Inter gli effetti delle porte chiuse, provocate dalla pandemia: i mancati incassi da stadio ammontano a 60 milioni. L’Inter ha dovuto aprire una linea di credito da 50 milioni per affrontare questi flussi di cassa difficoltosi. Suning per aumentare gli attivi rispetto ai passivi, negli ultimi sei mesi, ha deciso di convertire 55 milioni di prestiti da Nanchino in patrimonio netto, in modo da diminuire la quota di debito. I titolari dei due bond da 375 milioni complessivi vengono informati dell’uscita ufficiale dal club del direttore finanziario Tim Williams: scatterà da domani. Williams era rimasto per seguire la fase dell’analisi dei conti da parte di BC Partners. Secondo indiscrezioni, potrebbe andare a lavorare per Tifosy, la società inglese scelta come consulente da BC Partners. La sua uscita di scena definitiva potrebbe dimostrare che le negoziazioni con il fondo londinese hanno fatto un altro passo avanti.

ZANETTI TORNA CAPITANO

Intanto Inter e Milan hanno completato la consegna della documentazione richiesta dal Comune per il nuovo stadio. Si tratta di informazione sugli aspetti economico-finanziari, sull’attività di intrattenimento sportivo e sulle aree che rimarranno a uso pubblico. Ora Palazzo Marino dovrà valutare e dare un altro via libera. Per l’Inter sarebbe molto importante che arrivasse in tempi brevi perché avere in pancia il progetto avviato di un nuovo stadio può alzare il prezzo di vendita. In questo fine settimana (domani pomeriggio Inter-Genoa a San Siro) il volto principale del club sarà Javier Zanetti. Il vicepresidente nerazzurro, che già normalmente svolge un ruolo di raccordo tra società e squadra, sarà chiamato a potenziare questo compito, a causa della positività al Covid di Beppe Marotta e Piero Ausilio. Idealmente il capitano di mille battaglie tornerà a indossare la fascia.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *