Valeria Fabrizi: chi è, età, carriera, vita privata, figli, marito, compagno

Le fa più piacere quando la ricordiamo per Costanza o per la tua carriera? “Entrambe le cose naturalmente. Ma il massimo e quando mi dicono che ho una voce inconfondibile. Sa, Questa è una cosa rara, lo dicevano di Alberto Lupo, non so se mi spiego”.

Lei è stata attrice ma anche cantante e ballerina. “si è senza avere mai preso una lezione. Nel teatro di rivista si faceva di tutto e tra le ragazze c’erano le pompon, le soubrette, le prime donne. Io ero una di queste è la cosa che poteva scatenare delle invidie. Così per farmi benvolere dalle altre mio figlio di portare le loro valigie in stazione. Il fatto è che sul palco funziona. è una bella ragazza, avevo un bel corpo. E ballare mi piaceva tantissimo. Quando mi scatenavo nei locali mi chiamavano la Gilda.

Valeria Fabrizi chi è Suor Costanza di Che Dio ci aiuti? Nota attrice italiana, Valeria è divenuta popolare ancor di più in seguito alla sua partecipazione alla nota fiction Che Dio ci aiuti. La sua carriera è iniziata tanti anni fa in teatro e poi è approdata anche sul grande e piccolo schermo. Ma cosa sappiamo di Valeria?

Valeria Fabrizi chi è l’attrice?

Nasce a Verona il 20 ottobre 1936 sotto il segno della Bilancia. Sicuramente vanta una carriera davvero molto lunga e ricca di successi e riconoscimenti. La sua carriera ha comunque avuto inizio in teatro, ma ben presto è approdata sul grande e sul piccolo schermo. Alla età di 21 anni, per via della sua bellezza molto particolare arrivò quarta al concorso di Miss Universo. Ad ogni modo ben presto Valeria si fece notare non soltanto per la sua bellezza, ma anche per il suo grande talento. Purtroppo Valeria, orfana di guerra e cresciuta a Verona insieme alla madre ma ben presto ha iniziato a lavorare nel mondo dello spettacolo.

Carriera

Ha esordito Innanzitutto con fotoromanzi ma è nel 1954 che ha esordito nel mondo del cinema con un film intitolato Ridere! Ridere! Ridere!. Gli anni 50 e 60 sicuramente sono stati quelli migliori perché è stato proprio in questo periodo che Valeria ha raggiunto l’apice della sua carriera. Nel 64 ha debuttato in televisione al fianco di Tata Giacobetti. Poi intorno agli anni 90, avrebbe messo quasi del tutto di lavorare e soltanto in rare occasioni è comparsa in televisione. La vera rinascita per lei è avvenuta nel momento in cui è stata scritturata per poter interpretare Suor Costanza in Che Dio ci aiuti.

Vita privata

Nella vita privata di Maria c’è soltanto un unico amore ovvero quello per Tata Giacobetti. Quest’ultimo è un grande attore oltre che uno dei componenti del Quartetto Cetra. I due si sono conosciuti negli anni sessanta e sono convolati a nozze nel 1964. Dalla loro unione è nata una figlia di nome Giorgia. Il loro matrimonio è durato fino al 1988, anno in cui purtroppo l’uomo perse la vita per via di un infarto. E’ stata poi per diverso tempo al centro del gossip per un presunto triangolo amoroso che vedeva protagonisti lei, il marito e l’attore comico Walter Chiari. Ma l’attrice poi negò, dicendo che erano soltanto bugie. Una vita privata piuttosto tranquilla e lontano soprattutto dai riflettori.

Teatrografia

  • Una storia in blue-jeans di Bruno Corbucci e Giovanni Grimaldi 1959
  • Boeing Boeing, di Marc Camoletti, regia di Silverio Blasi, Roma, Teatro Eliseo, 7 aprile 1962.
  • Ladorabile Giulio di Garinei e Giovannini 1957
  • Pigmalione di George Bernard Shaw, regia di Roberto Guicciardini 2004
  • Undici sopra un ramo di Ernesto Caballo, regia di Vito Molinari 1959
  • Passo doppio di Scarnicci e Tarabusi 1954
  • Giovedì di Carnevale di Alessandro De Stefani 1961
  • Campione senza volere di Scarnicci e Tarabusi 1955
  • Il diplomatico di Scarnicci e Tarabusi, regia di Silverio Blasi, 1958
  • La doppia coppia 1961
  • Il malato immaginario di Molière 1962
  • Carlo non farlo di Garinei e Giovannini 1956

Filmografia Cinema

  • Un canto nel deserto, regia di Marino Girolami 1960
  • Akiko, regia di Luigi Filippo DAmico 1961
  • I fidanzati della morte, regia di Romolo Marcellini 1957
  • Due volte Natale, regia di Marco Falaguasta 2004
  • I quattro pistoleri di Santa Trinità, regia di Giorgio Cristallini 1971
  • Il cocco di mamma, regia di Mauro Morassi 1957
  • Il segugio, regia di Bernard-Roland 1962
  • La congiura dei Borgia, regia di Antonio Racioppi 1959
  • Caccia al marito, regia di Marino Girolami 1960
  • Le sette vipere Il marito latino, regia di Renato Polselli 1964
  • Soldati e capelloni, regia di Ettore Maria Fizzarotti 1967
  • Calore in provincia, regia di Roberto Bianchi Montero 1975
  • I marziani hanno 12 mani, regia di Castellano e Pipolo 1964
  • Caldo soffocante, regia di Giovanna Gagliardo 1991
  • Se mi vuoi bene, regia di Fausto Brizzi 2019
  • Scandali al mare, regia di Marino Girolami 1961
  • Anonima cocottes, regia di Camillo Mastrocinque 1960
  • Le città del mondo, regia di Nelo Risi 1975
  • Lassassino si chiama Pompeo, regia di Marino Girolami 1962
  • Io piaccio, regia di Giorgio Bianchi 1955
  • Vacanze alla baia dargento, regia di Filippo Walter Ratti 1961
  • Vento di primavera, regia di Giulio Del Torre e Arthur Maria Rabenalt 1958
  • La morte scorre sul fiume, regia di Aldo DAnnibale 1962
  • Queste pazze, pazze donne, regia di Marino Girolami 1963
  • Quando gli uomini armarono la clava e. con le donne fecero din don, regia di Bruno Corbucci 1971
  • Vacanze sulla neve, regia di Filippo Walter Ratti 1966
  • Ricchi di fantasia, regia di Francesco Miccichè 2018
  • I 2 magnifici fresconi, regia di Marino Girolami 1969
  • Il seme della discordia, regia di Pappi Corsicato 2008
  • Windsurf – Il vento nelle mani, regia di Claudio Risi 1984
  • Il falco doro, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1955
  • Ferragosto in bikini, regia di Marino Girolami 1960
  • Dichiarazioni damore, regia di Pupi Avati 1994
  • Vai col liscio, regia di Giancarlo Nicotra 1976
  • Finché dura la tempesta, regia di Charles Frend e Bruno Vailati 1963
  • Diario segreto da un carcere femminile, regia di Rino Di Silvestro 1973
  • La coda del diavolo, regia di Moraldo Rossi 1964
  • Delitto damore, regia di Juan de Orduña 1966
  • Un figlio doggi, regia di Marino Girolami e Domenico Graziano 1961
  • Amore mio spogliati. che poi ti spiego!, regia di Fabio Pittorru e Renzo Ragazzi 1975
  • Le massaggiatrici, regia di Lucio Fulci 1962
  • Le magnifiche 7, regia di Marino Girolami 1961
  • Grazie. nonna, regia di Franco Martinelli 1975
  • Il medico delle donne, regia di Marino Girolami 1962
  • Casta e pura, regia di Salvatore Samperi 1981
  • Le sorprese dellamore, regia di Luigi Comencini 1959
  • Questo pazzo, pazzo mondo della canzone, regia di Bruno Corbucci e Giovanni Grimaldi 1965
  • Notte prima degli esami, regia di Fausto Brizzi 2006
  • Non perdiamo la testa, regia di Mario Mattoli 1959
  • Johnny Oro, regia di Sergio Corbucci 1966
  • Bagnomaria, regia di Giorgio Panariello 1999
  • Här kommer bärsärkarna, regia di Arne Mattsson 1965
  • Adua le compagne, regia di Antonio Pietrangeli 1960
  • Linconveniente, regia di Pupo De Luca 1976
  • La donna più bella del mondo, regia di Robert Z. Leonard 1955
  • Ragazze doggi, regia di Luigi Zampa 1955
  • Il cavaliere senza terra, regia di Giacomo Gentilomo 1958
  • Walter e i suoi cugini, regia di Marino Girolami 1961
  • Le motorizzate, regia di Marino Girolami 1963
  • Bellezze sulla spiaggia, regia di Romolo Guerrieri 1961
  • Paolo Barca, maestro elementare, praticamente nudista, regia di Flavio Mogherini 1975
  • Il grande ribelle, regia di Georges Lampin 1963
  • La cento chilometri, regia di Giulio Petroni 1959

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *