Vive così, chiusura in una gabbia in condizioni disumane: questa è la storia di una donna di 45 anni

Ha 45 anni ma purtroppo ha vissuto una vita davvero incredibile, costretta dai suoi genitori a vivere all’interno di una gabbia, peggio di un cane. Questa storia piuttosto scioccante arriva direttamente dai confini della Cina dove, purtroppo una donna è stata costretta a vivere tutta la sua vita all’interno di una gabbia, dove a chiuderla sono stati proprio i suoi genitori.

Lei ha 45 anni e vive così, in condizioni disumane

La protagonista di questa storia incredibile si chiama Peng, una donna cinese di 45 anni affetta purtroppo da una grave malattia mentale. Pare che dal 2012 i suoi genitori avessero tentato qualsiasi tipo di cura, ma purtroppo senza ottenere dei risultati. Sarebbe stata ricoverata in quattro ospedali psichiatrici, ma ogni volta il trattamento sarebbe risultato fallimentare. Una volta ricoverato in ospedale sembra che facesse dei passi in avanti, ma una volta tornata a casa poi questi risultati sarebbero vanificati. Pare che fosse un pericolo non solo per sé stesso, ma anche per tutti gli abitanti del villaggio.

La famiglia la rinchiude in uno scantinato peggio di un cane

Da li la decisione della famiglia di rinchiudere la 45enne all’interno di una gabbia, dove in questo modo non avrebbe potuto fare del male agli altri. Ovviamente però le condizioni in cui ha vissuto la donna sono state contestate da chiunque abbia avuto modo di vedere anche soltanto le fotografie che sono state pubblicate sui vari social. I genitori però hanno temuto davvero per la sua incolumità, così come per tutti gli abitanti, soprattutto dopo una delle ultime crisi della quarantacinquenne. Pare che quest’ultima fosse scappata da casa spaccando vetri di alcune automobili e rotto anche le finestre dei vicini di casa.

La polizia la libera e la porta in ospedale, la storia di Peng e l’indignazione generale

La donna quindi vivrebbe sulle scale dello scantinato dove l’accesso è inibito da un enorme reticolo di ferro che si trova proprio ancorato sul pavimento, grazie alla presenza di alcuni Massi. Da lì attraverso queste fessure la donna riuscirebbe a portare tutto ciò che la circonda. Ovviamente però le sue condizioni di vita non sono state considerate davvero disumane. Così una vicina di casa ha voluto diffondere questa notizia con relative fotografie. Inevitabilmente queste hanno fatto il giro del mondo. La polizia è intervenuta liberando così la quarantacinquenne. Peng è stata ricoverata in ospedale dove riceverà tutte le cure necessarie.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *