Addio agli animali nei circhi italiani più vicino: approvata legge delega per stop graduale

25

Entro nove mesi, gli animali potrebbero essere gradualmente eliminati dagli spettacoli circensi in Italia. Una legge delega, appena approvata dalla Camera, stabilirà un divieto graduale.

È stata approvata dalla Camera dei Deputati la nuova legge delega sullo spettacolo che vieta lo sfruttamento degli animali nei circhi e negli spettacoli mobili. L’iniziativa sarà attuata entro nove mesi dall’approvazione del decreto legislativo, anche se non ci sono ancora certezze sulle sue modalità e sulla sua natura. La Lega antivivisezione italiana (LAV), che da sempre si batte per i diritti e il benessere degli animali, esulta per il successo della legge delega. Anche la deputata Patrizia Prestipino festeggia su Facebook dopo l’approvazione dell’ordine del giorno che vieta l’utilizzo degli animali nei circhi e negli spettacoli mobili. Siamo sconvolti nel vedere quei poveri animali esotici costretti nelle nostre periferie, e speriamo che anche questa usanza obsoleta e tristissima, contraria al benessere degli animali, venga presto ricordata come un brutto ricordo.

La Legge delega al Governo e altre disposizioni in materia di spettacolo (AC 3625-A) indica che nei circhi e negli spettacoli viaggianti non devono più essere utilizzati animali selvatici (articolo 2, sezione 1). Durante questi spettacoli, gli animali sono costretti a mostrare attività che non si verificano in natura, anche se alcuni di loro sono stati allevati per decine di generazioni e mostrano ancora un comportamento selvaggio (Sezione 2). Di conseguenza, “il benessere degli animali selvatici è sempre gravemente compromesso” (Sezione 3). Alla luce di questa affermazione, più di 50 Paesi hanno già vietato gli spettacoli circensi (23 dei quali sono Paesi dell’UE, ultima la Francia). Oltre al fatto che si ritiene che il loro utilizzo non abbia alcun valore educativo o culturale, si ritiene anche che il loro utilizzo abbia effetti negativi sulle persone.

Nonostante l’approvazione della suddetta Legge delega, al momento non c’è nulla di definitivo e concreto, tanto che il governo si impegna a “valutare l’opportunità – in sede di attuazione dei decreti delegati – di prevedere la completa eliminazione dell’utilizzo degli animali nei circhi e negli spettacoli viaggianti”. Inoltre, potrebbero essere introdotte delle restrizioni, ma elefanti, tigri, leoni, zebre, scimmie e altre specie esotiche potrebbero continuare a esibirsi per il pubblico pagante (sempre meno, in realtà) anche in futuro. Uno stop definitivo è auspicato con il tanto atteso Decreto Legislativo, il cui testo è già pronto e nelle mani del Ministro Franceschini, come riporta la LAV.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.