Anticipazioni Uomini e Donne oggi lunedì 19 dicembre 2022: ultime news Trono Classico e Trono Over


I telespettatori di Uomini e Donne rimangono con il fiato sospeso perché il programma continua a catturare la loro attenzione. Il dating show più seguito di Canale 5 produce costantemente storie intriganti. Cosa accadrà nella prossima puntata? Cosa ci sarà di diverso nel trono tradizionale? E che ne sarà del gruppo dei più anziani? Non resta che andare a vedere la puntata, condotta da Maria De Filippi, per scoprire cosa ci aspetta.

Cosa succede nel Trono Classico

Non ci sono stati aggiornamenti importanti su Federico Nicotera e Lavinia nel Trono Classico, ma resta alto l’interesse del pubblico per Federico Dainese, tornato negli studi di Canale 5 dopo essere stato in quarantena a causa di Covid. Il suo tirocinio con Vincenza ha avuto un discreto successo, il che ha provocato il dispiacere di Elena che aveva avuto discussioni con Federico durante il tirocinio. Tuttavia, non ci sono novità per quanto riguarda Federico, Lavinia, Carola Carpanelli e Alice Barisciani.

Trono over

Riccardo Guarnieri ha recentemente fatto visita a Gloria Nicoletti nella sua residenza, ma lei ha rifiutato di scendere perché aveva altre faccende da sbrigare. Pinuccia Della Giovanna, invece, è stata recentemente costretta dalla conduttrice a lasciare il programma perché non voleva lasciare in pace Alessandro Rausa. Nel frattempo, Gemma Galgani ha trovato un nuovo compagno; il ballo con un uomo di nome Alessandro (che ha 52 anni) sembra essere uno sviluppo promettente.

Tra Gemma e Mario cosa è successo?

Gemma è stata protagonista della trasmissione quando ha ricevuto una lettera di scuse da Mario, che aveva anche cercato di scusarsi sui social media. Sembra che non ci sia stato alcun legame tra i due. Non si sa ancora se Mario tornerà in trasmissione dopo Natale, visto che Maria lo ha invitato a pensarci. Inaspettatamente, Paola ha ricevuto una bottiglia e una rosa da Biagio Di Maro, ma non ha mostrato alcun interesse per lui. Cristina Tenuta è stata invitata a sposarsi da un nuovo cavaliere, ma ha rifiutato perché sta ancora con Armando Incarnato, anche se lo accusa di non averle mai dimostrato veramente il suo affetto..

Luca e Armando si scontrano in trasmissione

È ancora fresca la relazione tra Luca e Antonella Perini, che sono stati chiamati in studio dalla De Filippi. Durante la conversazione, Luca e Armando hanno avuto un’accesa discussione, placata da Maria. Armando ha colto l’occasione per dire ad Antonella che ha occhi solo per lei. La De Filippi ha poi chiesto a Luca se fosse innamorato di Antonella e lui ha risposto dicendo: “Sono sulla buona strada”. In conclusione, la puntata di Uomini e Donne ha regalato drammi, emozioni e polemiche, essendo nota per la creazione di nuove storie d’amore.

Il Natale di Ida Platano

Natale è amore, Natale è famiglia, Natale è ricordi. C’è una magia speciale nel mese di dicembre e la chiave dei racconti dei protagonisti è sempre quella di voltarsi indietro. C’è un “Natale più bello” per tutti, un “Natale più doloroso”, un Natale sorprendente, come quello di Ida Platano all’ospedale con il figlio appena nato o come quello di una Gloria ventunenne neomamma, e un Natale di speranza, come quello di Alessandro Vicinanza che sotto l’albero spera di trovare la cicogna.

Un Natale da cartolina, come quello organizzato da Gemma Galgani vicino a Sestrière, in una baita immersa nella neve, un Natale di tradizioni, come quello di Riccardo Guarnieri che da sempre si occupa del suo presepe, e un Natale di nostalgia agrodolce, come quello di Biagio che ricorda l’ultima volta con tutta la famiglia riunita, prima che sua moglie mancasse.

Chissà perché, a Natale le emozioni si sentono di più. La solitudine sembra inaffrontabile, la gioia fa brillare di più gli occhi, l’amore appare più romantico, e in ogni dono scartato c’è il calore di qualcuno che ha pensato a noi. È la vita, e ci riserva le cose migliori e peggiori, a Natale e in qualunque momento dell’anno. Momenti intensi che abbiamo il privilegio di attraversare, anche alla luce di un abete o davanti alle statuine di un presepe, perché è solo vivendo la vita che ci sentiamo davvero, irresistibilmente vivi.

Ida, cos’è per lei il Natale? «Il Natale è amore, famiglia, è stare tutti insieme. E poi per me è anche il ricordo di quando ero bambina. I dolci, le luci, l’atmosfera». Cosa farà quest’anno, come lo trascorrerà e con chi? «Sono così serena e felice che non ho ancora programmato nulla. Sicuramente ci sarà mio figlio con me, e spero di passarlo con Ale». E Capodanno? «Da sempre mi piace molto festeggiarlo, quest’anno non so cosa farò, di certo mi inventerò qualcosa. Magari si potrebbe partire e andare da qualche parte (sorride)». Ha già in mente un’acconciatura che le piacerebbe sperimentare per il cenone? «Uno chignon basso, una coda bassa.

Un grande classico, da abbinare con quegli abiti lunghi bellissimi… ». Qual è il Natale che non potrà mai dimenticare? La notte in cui mio figlio è nato. Era il ventitré dicembre. Il venticinque ero in ospedale, con accanto il mio diamante. È stato il Natale più bello della mia vita, perché tra le mie braccia c’era lui». E qual è il regalo più bello che le ha fatto Samuele, oltre al fatto di essere nato? «Mi ha regalato un paio di orecchini quando aveva sette anni. Ovviamente aiutato dalla mia amica (ride)». Cosa farà quando trascorrerà il suo primo Capodanno con gli amici? «Niente… sarò felice perché lui sarà contento di stare con gli amici.

Magari gli farò qualche chiamata (ride)». Il Natale di quando era piccola com’era? «Bellissimo. Andavamo da mia nonna con tutti i parenti, i cuginetti, e ricordo il profumo del panettone, lei lo comprava già pronto ma poi lo scaldava in forno e si sprigionava questo profumo favoloso. A casa sua c’era un albero grande, immenso, pieno di regali. Da allora ho proprio una fissazione per gli alberi di Natale». Com’è questo primo Natale con Alessandro? «È sereno, luminoso, speciale, bellissimo. Sono felice e l’atmosfera sarà ancora più bella, più calda. Ha già pensato al suo regalo? «Sì ma non posso dire niente (ride)». Può fare un regalo a qualcuno della trasmissione: chi sceglie e cosa regala? «Ad Alessandro Rausa regalerei una settimana bianca. Vorrei si svegliasse con la neve, in un posto con tanto calore, un bel camino, e tutti i suoi nipoti intorno. Ad Armando invece auguro di trovare la regina – la principessa c’è già ed è sua figlia. Le regalerei una copertina di cashmere, per scaldarla come lei ha scaldato tante volte il mio cuore».

Il Natale di Alessandro Vicinanza

Alessandro, per lei che cosa significa il Natale? «Secondo me è la festa più bella dell’anno! Lo trascorro sempre in famiglia, non ho mai lasciato i miei durante i giorni di Natale. Invece il Capodanno non lo sento allo stesso modo». Come mai? «Durante il Capodanno penso a uscire, non lo trascorro con i miei parenti. Sono due eventi molto diversi, anche perché siamo una famiglia molto numerosa: non siamo mai meno di venticinque persone e sono delle riunioni molto calorose e belle».

Qual è la cosa che le piace di più del Natale? «Non saprei dirne una sola! Mi piace l’odore del pino, il freddo intenso fuori che si contrappone al calore delle case… e poi amo i dolci di Natale, soprattutto il pandoro! Ammetto che in questo periodo mi “rilasso” tanto (ride)». Com’è un Natale tipico in casa Vicinanza? «Iniziamo con la cena della Vigilia, chi non riesce a partecipare a quella rimedia presentandosi al pranzo di Natale ed entrambi gli eventi si tengono a casa dei nonni.

Ci sono parenti di tutte le età, tanti bambini e poi, proprio quest’anno, ci sarà un altro commensale con noi: mio nipote Lorenzo, che è arrivato ad agosto (sorride). La presenza dei più piccoli rende l’atmosfera ancora più speciale… un po’ come avveniva quando ero piccolo io!». Come passava le feste da bambino? «Con tutti i miei cugini, mi ricordo che Babbo Natale ci lasciava tantissimi regali davanti alla porta di casa e poi giocavamo tutti insieme a carte o a tombola, come nella migliore tradizione.

Per le persone che lavorano con i fiori il Natale inizia prima, quindi mi ricordo che, anche da piccolo, seguivo mia madre che selezionava gli abeti e le piante per gli allestimenti natalizi. Ancora oggi per me è così!». Se adesso potesse prendere lei i panni di Babbo Natale, a chi farebbe un regalo? «A Ida! Vorrei regalarle una bella vacanza al caldo. Lavoro permettendo, trascorreremo qualche giorno insieme anche a Samuele».

E invece cosa vorrebbe che Babbo Natale portasse a lei? «La verità è che in questo periodo sono felice e non chiedo regali a Babbo Natale… tutt’al più vorrei che un regalo me lo portasse la cicogna e che avesse un gran fiocco rosa sopra! (Ride) Magari non nell’immediato, ma in un futuro vicino sì».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *