Charlene di Monaco, una cifra di 12 milioni per fare la principessa

Dolce e affettuosa. La maggior parte dei giornali ha definito così Charlene Wittstock durante la sua uscita pubblica in qualità di madrina per il Torneo Santa Devota di Rugby a Monte Carlo. La principessa è stata molto rassicurante con i figli Jacques e Gabriella ed è apparsa serena al fianco di suo marito Alberto.

Sembrerebbe, dunque, che i giorni difficili siano passati e lei, molto easychic con uno chemisier total denim, senza gioielli addosso, ha mostrato al dito l’anello di fidanzamento: un diamante di tre carati, taglio a pera, incastonato in una fascia in oro grigio con intorno tre diamanti più piccoli.

Si chiama Tethys, pezzo unico e personalizzato dal valore inestimabile. La crisi e la misteriosa malattia sembrano alle spalle, anche se alcuni media francesi, tra i quali il giornale Voici, ha diffuso la notizia per la quale Charlene e Alberto avrebbero trovato un accordo economico affinché la principessa sia presente al fianco del marito nelle occasioni pubbliche.

Questo presenzialismo sarebbe stato valutato 12 milioni di euro l’anno ed è a questo che alcuni accostano la tranquillità di Charlene, che è comunque apparsa in forma e sempre vicina ai propri figli, che per l’occasione riprendevano il look della mamma: Jacques con giacca denim e Gabriella con abito blue navy simile a quello della principessa.

Un’altra voce si è scatenata a Monaco, si ritiene che il vero cattivo della principessa Charlene sia sua cognata, la principessa Carolina che ha esiliato l’ex nuotatrice fuori dal principato per farsi carico dell’eredità di famiglia, una teoria che non sembra così inverosimile, ora che i giornali italiani l’hanno pubblicata.

Secondo il quotidiano sudafricano “You”, Charlene ha subito un attacco epilettico mentre visitava il Sudafrica nel 2021 e questo le ha impedito di tornare a Montecarlo con il marito e i figli. Prolungando la sua permanenza per diversi mesi in questo continente.

Tuttavia, durante quel periodo, il principato ha solo commentato che Charlene aveva subito diversi interventi chirurgici per una complicata infezione all’orecchio, che non le avrebbe permesso di prendere un volo per riprendersi a casa.

La principessa fu in grado di tornare in Europa molti mesi dopo, ma non arrivò immediatamente a casa, poiché fu ricoverata in ospedale per alcuni mesi in una clinica psichiatrica in Svizzera a causa dell’esaurimento fisico e mentale. E dopo la sua partenza è stata installata in una proprietà lontana da Monte Carlo.

La rivista “Oggi”, di recente, ha pubblicato una teoria in cui si assicura che il cattivo o la persona che esclude Charlene sia sua cognata, la principessa Carolina di Monaco, che l’ha sostituita come madre e capo di stato, perché avrebbe chiesto che sua cognata fosse installata lontano dal principato per esiliarla.

Prova di ciò è che, presumibilmente, esiste un accordo in cui è stato stipulato che, in caso di morte di Alberto di Monaco, prima che i gemelli raggiungano la maggiore età, Carolina sarà colei che esercita come sovrana del principato e non Charlene come vuole la tradizione.

Allo stesso modo, si è parlato di un contratto milionario che è stato dato alla principessa Charlene per continuare ad apparire in alcuni eventi come moglie del principe Alberto, poiché è stato il modo in cui hanno evitato di raggiungere il divorzio.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.