Olivia Newton-John chi è: causa morte, marito, figli, quali film ha fatto


L’artista britannica cresciuta in Australia combatteva da 30 anni contro il cancro al seno ed era diventata un simbolo di lotta per le donne di tutto il mondo che soffrivano di questa malattia grazie alla sua integrità.

  • Il suo momento di massimo splendore arrivò nel 1978 quando fu presentata al produttore americano Allan Carr, che si innamorò del fascino dell’artista e pochi giorni dopo lo chiamò per fare alcune prove con John Travolta.
  • È così che è stata forgiata la sua firma per il film musicale “Grease”, che ha recitato con Travolta e ha causato un vero furore, diventando il musical con il maggior incasso di Hollywood

Olivia Newton-John, l’indimenticabile Sandy di “Grease”, è morta l’8 agosto all’età di 73 anni. Aveva combattuto contro il cancro. La sua eredità nella musica e nel cinema trascende i confini. Durante una lunga carriera, Newton-John ha vinto quattro Grammy Awards e ha venduto più di 100 milioni di album. È apparso in diversi film e ha superato le avversità. Questa era la sua vita e carriera.

L’ascesa alla fama di Olivia Newton-John

Grazie a una serie di successi country e soft rock, Newton-John era già un cantante popolare alla fine degli anni ’70. Ma il suo ruolo da co-protagonista al fianco di John Travolta in “Grease” del 1978, probabilmente il film musicale più popolare di tutti i tempi, ha elevato lei a un nuovo livello di celebrità.

Sebbene avesse poca esperienza di recitazione (e abbia compiuto 29 anni durante le riprese), la Newton-John ha interpretato Sandy, una dolce studentessa australiana trasferitasi che ha una relazione con Danny, il ragazzo alfa di Travolta che usa molta vaselina. una scuola superiore della California meridionale negli anni ’50.

La loro chimica sullo schermo come piccioncini non corrispondenti che subiscono un restyling dell’ultimo atto per conquistarsi il cuore (lei scambia i loro abiti a balze con tacchi, pelle, spandex e una sigaretta) ha ancorato il film e ha ispirato legioni di fan a vederlo ripetutamente.

“Penso che nessuno avrebbe potuto immaginare che un film sarebbe andato avanti per quasi 40 anni e sarebbe stato ancora popolare e la gente avrebbe continuato a parlarmene continuamente e ad amarlo”, ha detto Newton-John alla CNN nel 2017 . È solo uno di quei film. Sono molto fortunato ad averne fatto parte. Ha fatto piacere a molte persone”.

Newton-John ha cantato in tre dei più grandi successi del film: i duetti “You’re The One That I Want” e “Summer Nights” con Travolta, e la sua abbagliante ballata solista, “Hopeless Devoted To You”.

Nata a Cambridge, in Inghilterra, nel 1948, Newton-John si trasferì con la sua famiglia a Melbourne, in Australia, all’età di cinque anni. Dopo aver vinto un talent show in uno show televisivo, “Sing, Sing, Sing” , ha formato un gruppo femminile da adolescente e ha iniziato ad apparire in spettacoli settimanali di musica pop in Australia.

Newton-John registrò il suo primo singolo in Inghilterra nel 1966 e ottenne alcuni successi internazionali, ma rimase in gran parte sconosciuto al pubblico americano fino al 1973, quando “Let Be There” divenne una delle prime 10 hit sia delle classifiche britanniche che di quelle britanniche. e musica contemporanea per adulti.

Seguì una serie di successi n. 1, tra cui “I Honestly Love You”, “Have You Never Been Mellow” e “Please Mr. Please”.

Poi è arrivato “Grease”, che è stato il film con il maggior incasso del 1978 ed è diventato un fenomeno culturale duraturo.

Il film ha dato a Newton-John l’opportunità di cambiare la sua immagine assolutamente pulita. La copertina del suo prossimo album, “Totally Hot”, presentava la cantante vestita di pelle nera, mentre le sue canzoni avevano un suono pop più spigoloso e contemporaneo.

Il suo successo come cantante

Nel 1981, ha fatto un ulteriore passo avanti nel suo nuovo personaggio più sexy con “Physical”, un numero dance con testi suggestivi come “Non c’è più niente di cui parlare se non in orizzontale”. Bandito da diverse stazioni radio, è diventato il suo più grande successo, trascorrendo 10 settimane in cima alla Billboard Hot 100.

Olivia Newton-John nel programma musicale della BBC TV “Top Of The Pops” nel 1974.

È anche apparso in diversi film ad alto budget, tra cui il musical fantasy “Xanadu”, con la leggenda di Hollywood Gene Kelly nel suo ultimo ruolo sullo schermo. Il film ha fallito, ma la sua colonna sonora ha venduto bene e ha generato “Magic”, un successo numero uno.

Nel 1983, è apparso di nuovo con Travolta in “Two of a Kind”, una commedia romantica fantasy, ma non è riuscito a recuperare la scintilla di “Grease”.

“Ho avuto molte vite nella musica. Quando ho iniziato era country, poi sono passato al pop”, ha detto alla CNN. “Avevo ‘Xanadu’ e ‘Grease’, molte canzoni in mezzo. Mi sento molto grato. Ho un repertorio molto ampio tra cui scegliere”.

superare la tragedia

Ma anche Newton-John affrontò problemi e tragedie. La sua diagnosi di cancro al seno l’ha costretta a posticipare e annullare diversi tour.

E nel 2005, l’allora fidanzato di Newton-John, Patrick McDermott, è scomparso in mare mentre pescava al largo della costa della California. Non è mai stato trovato, un mistero irrisolto che perseguitava il cantante per anni.

“È molto difficile conviverci”, ha detto a Larry King della CNN nel 2006. “Probabilmente è la cosa più difficile che abbia mai vissuto, e ne ho passate tante”. Sebbene il profilo della sua carriera si sia attenuato negli ultimi anni, la Newton-John non ha mai smesso di registrare e esibirsi. I suoi momenti salienti includono le apparizioni come ospite in “Glee”, una residenza di lunga data in “Summer Nights” al Flamingo Las Vegas e una hit da discoteca, “You Have to Believe”, registrata con sua figlia Chloe.

“Amo cantare, è tutto ciò che so fare”, ha detto alla CNN nel 2017. “È tutto ciò che ho fatto da quando avevo 15 anni, quindi è la mia vita. Sono così grata di poterlo ancora fare e la gente viene ancora a trovarmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.