Cosparge di benzina la casa e picchia la moglie. Lei scappa dalla suocera, ma solo il figlio riesce a salvarla

28

L’ennesimo litigio scoppia in casa e la follia dell’uomo esplode. Minaccia di dare fuoco a tutto, prendendo una tanica di benzina con cui cosparge la casa, quando la donna cerca di rifugiarsi a casa della madre del compagno, ma anche lì viene accolta da una violenza cieca e viene presa a calci e pugni.

Un uomo di Spoleto ha recentemente aggredito con un coltello la moglie ei loro quattro figli. L’episodio di violenza si è verificato dopo che l’uomo aveva già reagito violentemente alle liti familiari negli ultimi mesi; lo scorso gennaio, infatti, gli era stata notificata una diffida da del questore di Perugia, mentre nelle scorse settimane il giudice aveva fatto scattare un altro provvedimento restrittivo a tutela della donna, ovvero l’allontanamento dalla casa familiare.

Ha iniziato a osare sfogo alla sua rabbia forando le gomme dell’auto della moglie. Poi ha preso una tanica piena di benzina ed è entrato in casa sua, dove gli era stato vietato di entrare per ordine del tribunale. Ha minacciato la moglie di darle fuoco e ha versato del liquido infiammabile su tutti i mobili prima di cospargere di benzina tutta la stanza.

Quando la moglie si è rifugiata a casa della suocera, il marito l’ha raggiunta e ha iniziato a picchiarla. Uno dei figli della coppia è intervenuto per proteggere la madre, ma il marito ha continuato ad aggredire. Quando i servizi di emergenza sono arrivati ​​sul posto, l’uomo ha detto che i suoi lividi erano stati causa da una caduta. Nessuno gli ha creduto perché ha precedenti di violenza altri membri della famiglia, quindi è stato arrestato con l’accusa di violenza domestica.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.