Dormivano negli hotel di lusso, poi scappavano prima di pagare il conto: italiani arrestati in Croazia

14

Una coppia italiana è stata arrestata dopo la denuncia di un albergatore: i due, un uomo di 61 anni e una donna di 35, avrebbero frodato quattro strutture turistiche. Le forze dell’ordine hanno accertato che non avevano pagato il conto: la coppia doveva infatti circa duemila euro. Alloggiavano negli hotel di lusso della Croazia utilizzando documenti falsi.

Tra la metà di giugno e l’inizio di luglio, i due italiani, di 61 e 35 anni, hanno soggiornato in almeno quattro alberghi in Croazia, presentando documenti falsi. Inoltre, non hanno mai pagato i conti dopo il pernottamento, che ammontavano a quasi 2.000 euro.

L’indagine è stata avviata dopo la denuncia del direttore di un resort di Trogir. La polizia ha scoperto solo in seguito le truffe ai danni degli altri tre hotel di Karlovac, Fuzine e Crikvenica. Secondo l’agenzia di stampa locale Hina, il duo aveva con sé numerosi documenti falsi. Per evitare di essere scoperti, hanno fornito ai gestori degli hotel nomi sempre nuovi. Dopo aver soggiornato in suite lussuose per settimane e non aver pagato il conto, se ne andavano.

La coppia era sempre riuscita a non essere indagata, nonostante fosse stata segnalata da diversi dirigenti. Sceglievano hotel a cinque stelle per le loro vacanze e se ne andavano prima di fare il check-out per non dover pagare il dovuto. Le forze dell’ordine croate li hanno descritti come “truffatori professionisti”. È possibile che i due abbiano già truffato proprietari di alberghi in tutto il mondo e in altri luoghi.

Le forze dell’ordine stanno ancora cercando di determinare chi abbia falsificato i documenti contraffatti sequestrati. Ritengono inoltre che i due possano aver rubato l’identità ad altre persone. Secondo le forze dell’ordine, infatti, una rete di truffatori potrebbe essere responsabile della coppia. I due italiani sono attualmente in custodia e le loro vere identità non sono state rese note.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.