Dramma in casa, neonata muore in culla 24 ore dopo le dimissioni post parto dall’ospedale

23

Una terribile tragedia si è verificata a Cagliari, in Italia, quando una neonata di pochi giorni è stata trovata morta nella sua culla solo 24 ore dopo essere stata dimessa dall’ospedale in cui era nata.Il risveglio dei genitori martedì mattina. Era l’alba quando i genitori si sono accorti che la piccola Anaja, nata il giorno prima, non stava semplicemente dormendo nella sua culla, ma non respirava più.

Quando è stata fatta una disperata chiamata al 118, gli operatori sanitari hanno tentato tutto il possibile per rianimarla e salvarla. Dopo alcuni minuti non hanno avuto successo e hanno dato la notizia che nessun genitore vorrebbe mai sentire: la loro bambina era morta.

Il dolore e la disperazione della famiglia arrivano dalla Sardegna, dove vivono in un appartamento del centro insieme ad altri quattro bambini. La bambina è stata ricoverata in ospedale per ventiquattro ore prima di essere dimessa. Il medico legale, accorso sul posto insieme alla polizia per i rilievi del caso, non ha trovato segni di violenza sul suo corpo. Quando era stata ricoverata per la prima volta all’ospedale Brotzu di Cagliari, i medici non avevano dato indicazioni particolari, visto che non aveva manifestato alcun problema.

Il corpo di Anaja, una bambina di un mese, è stato trasferito all’Ospedale Universitario di Monserrato per l’autopsia dopo la sua morte improvvisa. Gli investigatori sono convinti che possa trattarsi di morte in culla, chiamata anche SIDS (da Sudden Infant Death Syndrome) o morte improvvisa del lattante. Nel nostro Paese si stima che un bambino nato su duemila vada incontro alla morte in culla. Si tratta quasi sempre di bambini apparentemente sani e la morte avviene generalmente durante il sonno.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.