Dramma in Usa, bimbo di 6 anni spara alla sorellina di 5 e la uccide: arrestati i genitori

69

A Muncie, nell’Indiana, un bambino di 6 anni ha accidentalmente sparato e ucciso la sorella di 5 anni. La polizia ha arrestato i genitori del bambino per condotta negligente, ha dichiarato il vice capo della polizia Melissa Criswell.Martedì pomeriggio, i soccorritori di Muncie hanno risposto a una chiamata proveniente da un’abitazione a circa 100 chilometri da Indianapolis. Una volta giunti sul posto, hanno trovato una bambina con una ferita da arma da fuoco alla testa. Trasferita in ambulanza allo IU Health Ball Memorial Hospital, i medici non hanno potuto far altro che dichiararne la morte. Il fratello aperto il fuoco mentre giocava con l’arma.

Jacob Greyson, 28 anni, ha riferito che il figlio di 6 anni ha preso una delle due pistole cariche conservate in una cassaforte e ha sparato alla sorella. Il bambino ha detto alla polizia di aver trovato la chiave della cassaforte nella camera da letto dei genitori e che non era la prima volta che accedeva alle armi.

Le condizioni di vita nella casa della famiglia “erano deplorevoli”, con “cibo, spazzatura e feci di animali sparsi per tutta la casa”. Episodi del genere non sono comuni a Muncie, una tranquilla cittadina dell’Indiana. Nel 2014, un bambino di 6 anni è stato gravemente ferito dopo che la sua babysitter di 15 anni gli ha accidentalmente sparato con una pistola trovata sotto un cuscino. L’anno successivo, una bambina di 3 anni è sopravvissuta a una ferita da arma da fuoco alla testa dopo che un adolescente l’aveva colpita.

Il capo della polizia Nate Sloan, pur non commentando i fatti di martedì, ha detto che “ogni proprietario di armi è responsabile di conservare e prendersi cura delle proprie pistole e fucili in modo appropriato. In una casa dove ci sono i bambini, le armi da fuoco dovrebbero essere tenute sempre in una cassaforte chiusa a chiave”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.