Glicemia: dopo quanti pasti e come misurarla? La parola degli esperti

Quando bisogna misurare la glicemia? È questa una delle domande che molto spesso ci si pone visto che c’è molta confusione ad riguardo. È preferibile misurarla prima o dopo i pasti? E soprattutto con quale frequenza? Sono queste le maggiori domande che si pongono coloro i quali scoprono di avere improvvisamente la glicemia molto alta. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza al riguardo.

La glicemia che cos’è

In genere quando si parla di glicemia si intende quel parametro che ci permette di misurare la quantità di Zuccheri E di glucosio nel nostro sangue. Il glucosio, appunto è lo zucchero che deve comunque servire a tutte le funzioni delle cellule per poter svolgere il loro lavoro all’interno del nostro organismo.È sostanzialmente come la benzina, quindi il carburante che dà energia e che ci dà la possibilità di poter affrontare le nostre giornate. Gli ormoni che si trovano nel nostro sistema agiscono andando a sintetizzare il glucosio dando poi i vari elementi alle cellule. Nello specifico sono due gli ormoni che vanno a sintetizzare il glucosio ovvero l’insulina che abbassa il valore e il glucagone che invece ne va a potenziare gli effetti. Nel momento in cui le funzioni di questi due ormoni non sono corrette, ma si bilanciano, subentrano dei problemi che causano la glicemia bassa o alta.

Quando e come misurare la glicemia

Per poter misurare i valori della glicemia bisogna utilizzare il digitometro. Questo consiste in un aghetto che va a pungere il pollice decretandone il valore attraverso proprio lo studio del sangue. Ma quando misurare la glicemia? Sicuramente i valori più per veritieri sono quelli rilevati a digiuno e prima dei pasti che dovrebbe mantenersi nel range di 70 125 mg/Dl. Ed ancora Bisognerebbe misurare la glicemia nelle 2 ore successive ai pasti e in questo caso dovrebbe mantenersi tra i 160-180 mg/DL. Sono questi Sostanzialmente i valori ai quali bisogna fare riferimento per considerare se la glicemia è alta o bassa. Soltanto quindi misurando la glicemia a digiuno e prima dei pasti e 2 ore successive da questi bisogno si può decretare se si ha un problema di glicemia o meno.

Il rapporto con il cibo

Il problema principale quando si hanno problemi con la glicemia è soltanto uno ovvero cosa mangiare. In genere ad aumentare il livello di zucchero nel sangue è una dieta ipercalorica ed il consumo eccessivo di frutta, dolci e bevande zuccherate. Ma tutti forse sanno che esistono alcuni alimenti come ad esempio i carboidrati e quindi pasta e panificati che contengono un’alta percentuale di zuccheri complessi che portano ad alzare i livelli di glucosio. Nel caso di glicemia alta quindi è consigliabile ridurre l’assunzione di pasta e carboidrati in generale. Anche lo stress però incide, così come la vita sedentaria e la mancanza di attività fisica.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.