Hai capito chi è Maria Grazia Calandrone? Eta, vita privata, marito figli, poesie e libri della scrittrice


Maria Grazia Calandrone è una scrittrice, giornalista e poetessa italiana. Ha vissuto la sua vita come se la scrittura fosse la sua protagonista, avendo collaborato con diverse testate giornalistiche e con l’emittente radiofonica Radio RaiTre. Oggi continua scrivere a narrativa e poesia per bambini e adulti.

Maria Grazia Calandrone, poetessa, drammaturga e giornalista italiana, è nata a Milano il 15 ottobre 1964. La scrittura è stata la sua vocazione e la sua passione fin dall’infanzia. Oltre a essere autrice e conduttrice di Radio Rai Tre, Calandrone vive a Roma. La sua infanzia è stata complicata: è stata abbandonata dalla madre e poi cresciuta dalla mamma adottiva. Dopo che la madre l’ha abbandonata all’età di otto mesi e si è poi suicidata perché costretta a sposare un uomo imparentato con la terra della sua famiglia, Maria Grazia è stata adottata.

Dal 2003 al 2010 è stato giornalista del Corriere della Sera, dove ha curato la rubrica culturale e la rivista 7. Ha inoltre collaborato con Il Manifesto e con la rivista Poesia. Ha inoltre collaborato con Il Manifesto e con la rivista Poetry, dove è possibile leggere ulteriori scritti sul suo sito web.

Maria Grazia Calandrone: marito e figli

La vita privata del Calandrone è un mistero per molti. oltre parli della sua intimità attraverso le sue ei suoi suoi libri ne parla mai apertamente o libri, non poesie.

Poesie e libri della scrittrice

Il primo romanzo della scrittrice, pubblicato nel 2010, è stato seguito da corsi di poesia nelle scuole pubbliche e nelle carceri. Il suo romanzo ultimo, Shine Like Life , è dedicato a Ione, la madre adottiva che lo ha ispirato.

Ecco invece i libri i Libri di poesia da lei pubblicatiGiardino della gioia (Specchio Mondadori 2019 e 2020 – premi Lerici Pea e Metauro), Il bene morale (Crocetti 2017 e 2019 – premi Europa e Trivio), Gli Scomparsi – storie da “Chi l’ha visto?” (pordenonelegge 2016 – premio Dessì), Serie fossile (Crocetti 2015, Feltrinelli 2020 – premi Marazza e Tassoni, rosa Viareggio), La vita chiara (transeuropa 2011), Atto di vita nascente (LietoColle 2010), Sulla bocca di tutti (Crocetti 2010 – premio Napoli), La macchina responsabile (Crocetti 2007), Come per mezzo di una briglia ardente (Atelier, 2005) e La scimmia randagia (Crocetti, 2003 – premio Pasolini Opera Prima),

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *