Huggy Wuggy: il nuovo game horror, la Polizia Postale mette in guardia i genitori

Huggy Wuggy game è questo il nuovo game horror che potrebbe terrorizzare i nostri bambini e che sta spaventando i genitori. A lanciare l’allarme è stata la Polizia Postale e l’avviso sembra essere per lo più rivolto a tutti i genitori per via della diffusione di questo personaggio piuttosto particolare. Si tratta di un pupazzo con labbra rosse, occhi grandi, denti Aguzzi e lo scenario pare sia proprio horror e questo fa sì che non sia adatto ad un pubblico giovane.

Huggy Wuggy, il nuovo game horror

E’ il protagonista di questo game di sopravvivenza horror di Poppy Play Time che in qualche modo si rifà alle storie di Momo Challenge. Questo gioco in quest’ultimo periodo sembra essere diventato virale anche in Italia, grazie soprattutto a YouTube. Nello specifico è diventato virale grazie al canale dei Me contro te che è seguito anche da bambini molto piccoli. Ad ogni modo, sembra che questo fenomeno si sia diffuso a livello mondiale e gli esperti hanno già lanciato l’allarme. Al momento pare che non esista alcuna prova sulla pericolosità di questo personaggio, ma ad esempio in Inghilterra già gli psicologi hanno invitato i genitori a fare particolare attenzione.

La polizia italiana invita alla prudenza, genitori in allarme

La polizia postale italiana invece in questi giorni sta cercando di monitorare questo fenomeno al fine di prevenire atti di autolesionismo e soprattutto fenomeni di pericolosità sociale. Le famiglie sono state già avvertite e si cerca di sensibilizzare al massimo. Questo gioco nasce come una vera e propria esperienza horror. E’ stato pensato proprio per spaventare, emozionare e in un certo senso turbare anche i giocatori. I contenuti non sono considerati adatti a minori di 13 anni. Questo personaggio principale ovvero Huggy Wuggy pare si trovi in scenari piuttosto cupi e claustrofobici. Viene inseguito da alcuni mostri o personaggi di fantasia uccisi con evidenti fuoriuscite di sangue.

Come mettere i bambini al sicuro

Sicuramente sarebbe il caso di non lasciare dispositivi quali pc, tablet o smartphone in mano a bambini molto piccoli. Questo soprattutto senza una supervisione di un adulto. E’ inoltre possibile sia sui videogame su YouTube impostare delle restrizioni, nel caso specifico bisognerebbe andare ad attivare la modalità riservata in modo da gestire i contenuti che sono disponibili alla visione. Sarebbe anche bene quindi osservare il comportamento dei più piccoli avvicinandosi alla schermata del dispositivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.