Infila la testa in un palloncino a forma di dinosauro, bimbo di 5 anni muore avvelenato dall’elio

16

Un bambino britannico di 5 anni, Karlton Donaghey, è morto dopo aver infilato la testa in un palloncino a forma di dinosauro mentre la sua famiglia era in giardino. “Per favore, fate attenzione, è estremamente pericoloso”, ha detto la madre.

Un bambino di 5 anni di nome Karlton Noah Donaghey è morto dopo aver tentato di entrare a una festa di compleanno indossando una testa di dinosauro gonfiabile, sorprendendo i genitori. Qualcosa è andato storto e ha inalato troppo elio, causando un “avvelenamento da elio”. L’incidente è avvenuto a Gateshead, Tyne and Wear, Inghilterra.

La stampa locale ha riportato che Lisa Donaghey, 43 anni, ha scoperto il suo bambino, Karlton, sul pavimento della loro casa di Dunston con un palloncino ad elio appeso sulla testa e sul collo. È stato trasportato d’urgenza al Royal Victoria Infirmary di Newcastle-upon-Tyne dopo essere stato allertato immediatamente per i soccorsi. È rimasto nel reparto di terapia intensiva per sei giorni prima di morire il 29 giugno.

Il 23 giugno, un bambino, che ha tre fratelli Kaitlin, 25 anni, Joe, 20 anni, e Will, 15 anni, stava giocando in giardino con la madre quando ha accidentalmente inalato un palloncino di elio. “Ci stavamo divertendo così tanto al sole quando è successo”, ha raccontato Lisa. Il bambino era rientrato in casa per andare in bagno quando ha inalato il palloncino. Era grande quanto lui e gli copriva il collo e la testa”, ha raccontato Lisa. Ho rimosso rapidamente il palloncino e ho gridato aiuto. Ho portato di corsa il palloncino alla porta del patio. Come madre, sapevo che era morto. Aveva gli occhi spalancati e il viso pallido. Non rispondeva, così mi sono fatta prendere dal panico e ho urlato”, ha raccontato.

Durante una gita di famiglia al parco divertimenti The Hoppings di Newcastle-upon-Tyne, Karl Donaghey, 35 anni, ha ricevuto in regalo quella grande palla verde. Era la prima volta che Karlton andava al parco giochi, si è comportato molto bene e non ha chiesto nulla. Era molto educato, quindi ha avuto una sorpresa. Nessuno avrebbe potuto prevedere quello che sarebbe successo qualche giorno dopo.

Il medico legale non ha ancora confermato che l’avvelenamento da elio sia stato la causa della morte di Karlton, ma questa è l’ipotesi. Nel tentativo di prevenire altre morti, la signora Karlton vuole mettere in guardia il pubblico sui pericoli dell’elio. Teme che l’elio possa togliere la vita a un bambino o a un adulto. Esorta i genitori, i nonni, gli operatori degli asili nido, gli studenti e tutti coloro che sono entrati in contatto con l’elio a fare attenzione a come lo usano e lo smaltiscono.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.