La cena perfetta: il nuovo film con Salvatore Esposito e Greta Scarano e il regista Davide Minnella

La cena perfetta è un Crime romance comedy che vedremo al cinema in questi giorni, 26, 27 e 28 aprile. I protagonisti sono Greta Scarano, Salvatore Esposito ed  il regista Davide Minnella i quali in questi giorni hanno rilasciato delle interviste molto importanti. Questo nuovo film sarà disponibile nelle sale cinematografiche. Si tratta di una commedia scritta da Stefano Sardo, Giordana Mari, Gianluca Bernardini e diretta da Davide Minnella.

La cena perfetta, il nuovo film con Salvatore Esposito e Greta Scarano

Questa storia segue le vicende di Carmine interpretato proprietà Salvatore Esposito un camorrista dal cuore buono che gestisce un ristorante a Roma per riciclare i soldi sporchi della malavita. Nel momento in cui incontra Consuelo, una chef dal carattere piuttosto importante, interpretata da Greta Scarano, pare che ne resti completamente infatuato sia dalla sua fisicità che anche da parte della sua personalità ed alla perfezione nei gatti che cucina. Insieme si lanciano in un’ impresa molto importante ovviamente all’interno del ristorante creando dei piatti piuttosto creativi e raffinati.

Il cast

Carmine però deve fare sempre i conti con il suo ruolo e lo stretto rapporto con il boss che pare la tenga d’occhio da lontano. Grazie alla collaborazione con la chef stellata Cristian Browerman, il terzo protagonista del film è la cucina con la sua arte fatta di sapori, storie vissute e sentimenti. Fanno parte del cast anche Gianfranco Gallo, Gianluca Fru e Antonio Grosso. Si tratta di un film prodotto da IIF di Fulvio e Federica Lucisano.

Leggi Anche  Salvatore Esposito: chi è, età, esordio nel mondo del cinema, carriera, film, vita privata

Le parole di Salvatore Esposito

“E’ un food movie, ma anche una crime comedy con delle note romance. Quel che è al centro di questo film,l’elemento da cui scaturiscono conflitto e storia, è il clash tra due mondi: alta cucina e malavita, certo. Ma anche l’incontro e lo scontro tra due personaggi molto diversi che, nel corso del racconto, impareranno ad amarsi e ad accettarsi, in un modo del tutto insolito”. Questo quanto spiegato dal regista noto per aver firmato come autore numerosi programmi televisivi ho provato , da una parte,ad essere estremamente preciso,mostrando perizia e attenzione ,mista ad ansia di prestazione che caratterizza la preparazione di un grande piatto,e dall’altra, ho mosso la macchina da presa quasi freneticamente fra pentole, cibo e coltelli al fine di mostrare una danza di colori,sapori ed emozioni che spero coinvolgano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.