La vera storia di Sergio Mattarella chi è: età, moglie, figli, nipoti, presidente della Repubblica

17

Chi è Sergio Mattarella? È il Presidente della Repubblica Italiana, ma ciò che attira l’attenzione su di lui quando si legge questo sarebbe la sua vita privata. Come sono sua moglie e i suoi figli? Chi sono oggi i loro nipoti e pronipoti? Scopriamolo insieme.

Sergio Mattarella è stato sposato per diversi decenni. Lui e sua moglie Marisa stavano insieme dagli anni ’60. Tuttavia, nel 2012 Marisa è deceduta a causa di un cancro che le era stato diagnosticato nel 2003 a 35 anni. Sergio ha partecipato al suo funerale con dignità, anche se deve aver sentito il cuore spezzato in quel momento – così come molte altre volte nel corso del loro matrimonio durante la loro lunga vita insieme.

“Per seguire la persona che mi è più cara al mondo”, dice Sergio, “ho passato numerose settimane a visitare gli ospedali in diverse occasioni”. Questo non solo perché facevano parte l’uno della famiglia dell’altro, ma anche perché sarebbe bene che le persone sane si concedessero del tempo lontano dalla società passando qualche giorno a vedere i pazienti all’interno di queste istituzioni; tale esposizione li aiuterebbe a capire quanto sia importante tutto ciò che è profondamente radicato nella nostra vita – “e ci renderebbe tutti consapevoli di quanto dobbiamo a coloro che soffrono”.

Curioso di conoscere il Presidente della Repubblica?

L’uomo ha la reputazione di essere un sofisticato, il che è giusto visto che viene da Palermo. Anche se il suo affetto per la squadra più popolare d’Italia, l’Inter non è troppo sorprendente considerando che il presidente è nato in Sicilia. Quale pensi sia il soprannome di Sergio Mattarella: Martirella o Sergiuzzo?

Nonostante la sua età, Sergio Mattarella è in grado di destreggiarsi con la più recente generazione di smartphone. Ha anche una vera passione per la tecnologia, e gestisce facilmente dispositivi mobili come i palmari. Il Presidente della Repubblica non è mai stato uno che ama la musica di Madonna, anzi, già nel 1990 guidò una crociata contro il suo arrivo qui da noi, con la Chiesa che lo sosteneva su questo fronte. Tuttavia, mentre Mattarella non ha usato parole offensive nella sua dichiarazione o azioni verso Madonna – solo “un’offesa al buon gusto” – ciò che è stato dichiarato ha sostenuto come tali spettacoli offendano i valori religiosi e la decenza.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.