Michael Schumacher 10 curiosità – Non tutti sanno che…

Anche per coloro che non sono appassionati di corse riconoscerà il nome di Michael Schumacher, e sarà per sempre riconosciuto come una leggenda delle piste di Formula 1. Il suo nome è sinonimo di corse automobilistiche e Formula 1, e i suoi riconoscimenti sono troppo numerosi per essere elencati. Tutta la vita di Schumacher è stata dedicata al suo amore per le auto da corsa e all’eccitazione che derivava dalla conquista della pista e dalla vittoria gara dopo gara.

Questo pilota è stato davvero tra i grandi della Formula 1 e ha rischiato la vita e le membra per lo sport in uno spettacolo di pura passione. Sfortunatamente, ha subito una grave lesione cerebrale dopo un incidente di sci e da allora è scomparso dagli occhi del pubblico. La sua vita è cambiata per sempre, ma la sua eredità è ancora viva grazie al suo immenso contributo al motorsport.

1. Il tuo talento come calciatore

Michael Schumacher era un vero atleta. Il suo talento non era limitato a un solo tipo di sport. Amava andare a cavallo ed era un appassionato fan e giocatore di football. La sua passione per il calcio lo ha portato a giocare il più possibile ed è stato una forza da affrontare quando era in campo. Sebbene il suo recupero dall’incidente sugli sci ci abbia lasciato con più domande per le quali non abbiamo risposte, tutti ricordiamo la sua forza e il suo spirito in tutto ciò che era disposto a fare.

2. Ha dedicato il suo primo titolo di campionato ad Ayrton Senna

Dopo aver assistito alla tragica morte di Ayrton Senna in pista nel 1994, Michael Schumacher ha vinto il suo primo Campionato Piloti. Era al secondo posto al posto di guida al momento della tragedia e ha usato il suo momento e il suo successo per onorare il pilota caduto che Schumacher sentiva sarebbe stato il vincitore della gara se la tragedia non si fosse verificata.

3. È estremamente talentuoso, anche quando si tratta di gare di pioggia

Le condizioni di bagnato sono tra le più pericolose per qualsiasi pilota e sono ovviamente lontane dalle condizioni ideali per una gara. Correre in caso di pioggia è tanto difficile quanto pericoloso. Solo i conducenti più esperti possono mantenere il controllo sui loro veicoli in tali condizioni. Il talento di Michael nelle corse nei giorni di pioggia è stato ampiamente documentato e, in effetti, alcune delle sue migliori gare sono state corse nei giorni di pioggia. È stato affettuosamente chiamato “Regenkonig” (il re della pioggia) o “Regenmeister”, che si traduce come “maestro della pioggia”.

4. Ha contribuito alla costruzione della Ferrari Enzo

Michael Schumacher era una presenza reale nel mondo della Ferrari. Il suo rapporto con il marchio ha superato di gran lunga il suo tempo in pista. In effetti, Schumacher è accreditato di aver contribuito alla costruzione di una delle Ferrari più popolari mai realizzate, la Enzo. Ha svolto un ruolo importante nel design elegante e nella produzione di prestazioni incredibili di questo veicolo, consolidando ulteriormente il suo legame con il marchio Ferrari.

5. Sei umile e non vuoi essere una celebrità

Fama e fortuna fanno parte dello stile di vita professionale di un pilota, tuttavia Michael Schumacher ha sempre dimostrato che il suo status di celebrità è apprezzato ma inutile. È rispettoso dei suoi fan e ha abbracciato il suo status di celebrità, ma la sua pura passione per lo sport supera di gran lunga il suo desiderio di essere famoso.

6. È l’ispirazione dietro la Michael Schumacher World Champion Tower

Lo skyline di Dubai è definito dalle incredibili strutture e torri che presentano un’architettura incredibilmente avanzata. Gli edifici sono famosi per la loro straordinaria bellezza e lo stile squisito, e ora Michael Schumacher farà parte del loro paesaggio per sempre. La Michael Schumacher World Champion Tower è descritta da Senatus come “una torre futuristica che racchiude velocità e tecnologia estratte dalla fluidodinamica”.

7. Hai dato $ 10 milioni in un singolo importo

Michael Schumacher è un uomo incredibilmente generoso e caritatevole. Ha fatto numerose donazioni di beneficenza durante la sua carriera e lo ha fatto senza cercare alcun riconoscimento pubblico. Uno dei suoi contributi più importanti è stato un enorme assegno da 10 milioni di dollari che ha emesso dopo il terremoto dell’Oceano Indiano del 2004. Questo disastro naturale è costato la vita alla sua guardia del corpo, quindi la causa era vicina al suo cuore.

8. Il suo soprannome è “Barone Rosso”

I soprannomi sono comuni nel mondo dello sport e la Formula 1 non fa eccezione. Michael Schumacher è affettuosamente definito “Il Barone Rosso” a causa del suo famigerato casco rosso. Il Rapporto Bleecher indica che “la carriera di Michael Schumacher è definita dal colore rosso”, che gli è valso questo soprannome molto appropriato.

9. Hai subito 2 interventi chirurgici salvavita

Michael Schumacher ha subito non uno, ma due interventi chirurgici salvavita. Il primo è stato uno scioccante trapianto di cellule staminali a cui è stato sottoposto nel settembre 2018. Il suo intervento chirurgico e il successivo ricovero in ospedale sono stati tenuti il più silenziosamente possibile e il Mirror riferisce che è stato curato da un chirurgo francese di fama mondiale di nome Philippe Menasche. Il suo secondo intervento chirurgico salvavita è stato al momento del suo incidente sugli sci, e gli è stato detto che se non avesse indossato un casco, avrebbe perso la vita sulla scena dell’incidente.

10. Ha lavorato come consulente Ferrari

Il coinvolgimento di Michael Schumacher nella scena delle corse non si è concluso con la notizia del suo ritiro dalla Formula Uno. Potrebbe aver appeso il casco, tuttavia la sua passione per le corse era ancora molto viva. Sportskeeda riferisce che è diventato consulente del marchio Ferrari poco dopo il suo ritiro dalle piste di Formula Uno ed è rimasto coinvolto con il marchio Ferrari dietro le quinte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *