Nettuno, muore annegato mentre fa il bagno: qualcuno gli ruba lo zaino con soldi e documenti

79

Un uomo è morto il 30 luglio dopo essere annegato a Nettuno, a sud di Roma. Un passante ha visto il corpo dell’uomo sulla battigia e ha avvertito i servizi di emergenza. I soccorritori, tuttavia, non hanno potuto fare nulla per salvare la vita del bagnante, che era già morto per arresto cardiaco in seguito all’annegamento.

Nello zaino della vittima, soltanto bottiglie di alcolici

Secondo quanto riportato, lo zaino della vittima è stato trovato sulla spiaggia. All’interno c’erano solo alcune bottiglie di alcolici. Nessun documento e nessun portafoglio: erano stati rubati da qualche saccheggiatore. Il corpo non è ancora stato identificato. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato di Anzio.

Si tratterebbe di un uomo di nazionalità moldava

Secondo quanto riportato da Roma Oggi, la vittima è un cittadino moldavo di 45 anni. Secondo le prime ricostruzioni, si trova da solo sulla spiaggia al momento della tragedia. Gli investigatori hanno concluso che aveva bevuto e poi deciso di tuffarsi in mare. In acqua, si sarebbe sentito maschio all’improvviso. La procura ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima per accertare le cause del decesso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.