Padre e figlio uccisi con colpo alla nuca, i corpi di Gerardo e Pasquale chiusi in sacchi e gettati

81

Le autorità hanno scoperto i corpi di Gerardo Cirillo, 58 anni, e Pasquale Davide Cirillo, 27 anni, nella tarda serata di venerdì, in un terreno agricolo di loro proprietà, nei pressi di un casolare abbandonato al confine con il comune di Manfredonia. Le autorità ritengono che entrambi gli uomini siano stati uccisi con un colpo alla nuca prima che i loro corpi fossero avvolti in sacchi di plastica e gettati in un contenitore di rifiuti di lavorazione.

I due uomini erano scomparsi da sabato pomeriggio, quando erano stati visti per l’ultima volta dirigersi verso la campagna per curare i loro raccolti. La loro famiglia ha allertato la polizia quando non sono tornati a casa quella sera e non sono stati raggiunti telefonicamente domenica mattina.

La polizia che indaga sul duplice omicidio di due uomini ha recuperato entrambi i corpi e sta ora cercando un possibile movente per gli omicidi. I corpi sono stati ritrovati da agenti che erano recati a fare ricerche nella zona e sono ora oggetto di indagine sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica.

Al recupero dei corpi hanno partecipato anche ai vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia. Si tende a la pista criminale, anche se delle vittime precedenti per droga. Inoltre, nessuno dei due uomini era affiliato a criminali. Gli inquirenti propendono per un movente personale per questo crimine e stanno attualmente interrogando conoscenti, amici e parenti di entrambe le vittime nel tentativo di trovare un possibile movente dietro questo duplice omicidio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.