Ricordiamo chi è Kirstie Alley? Età, causa morte, film, Senti chi parla, biografia, marito e figli


Kirstie Alley, attrice ricordata per le produzioni “Look Who’s Talking” e “Cheers”, è morta dopo una breve battaglia contro il cancro, secondo una dichiarazione rilasciata dalla sua famiglia. Aveva 71 anni.

I suoi figli, True e Lillie Parker, hanno annunciato la sua morte in una breve dichiarazione pubblicata sull’account Twitter verificato di Alley lunedì. “Siamo rattristati nell’informarvi che la nostra incredibile, feroce e amorevole madre è morta dopo una battaglia contro il cancro, recentemente scoperta”, si legge nella dichiarazione.

“Era circondata dalla sua famiglia più vicina e ha combattuto molto duramente, lasciandoci con la certezza della sua infinita gioia di vivere e delle avventure che l’aspettavano”, continuava il messaggio. “Per quanto iconico fosse sullo schermo, era ancora più sorprendente come madre e nonna.”

“L’entusiasmo e la passione per la vita di nostra madre, dei suoi figli, nipoti e dei suoi numerosi animali, per non parlare della sua eterna gioia di creare, non ha eguali e ci ha ispirato a vivere la vita al massimo proprio come ha fatto lei”.

Donovan Daughtry, manager di Alley, ha anche confermato alla CNN via e-mail che l’attrice è morta. Due volte vincitore di un Emmy Award, Alley è nato a Wichita, Kansas, nel 1951.

La carriera di Alley

Dopo una straordinaria performance in “Star Trek II: L’ira di Khan” del 1982, è apparso in film come “Blind Date” del 1984 e “Summer School” del 1987 al fianco di Mark Harmon.

Nello stesso anno, Alley avrebbe seguito Shelley Long per recitare al fianco di Ted Danson nell’ultima parte della classica commedia televisiva “Cheers”, che ha debuttato nel 1982. L’attrice apparve per la prima volta nel 1987, interpretando la forte e indipendente manager Rebecca Howe, e rimase nello show fino alla sua fine nel 1993.

Dopo aver vinto l’Emmy come attrice protagonista in una serie comica nel 1991 per “Cheers”, e poi un altro come attrice protagonista in una miniserie o speciale per “David’s Mother” del 1994, Alley ha trovato di nuovo il successo televisivo alla fine del 1990 con “Veronica’s Closet”, che l’ha portata a ricevere una nuova nomination agli Emmy.

Inoltre, ha recitato in diversi film memorabili, come i film “Look Who’s Talking”, “Madhouse” del 1990 e “Drop Dead Gorgeous” del 1999 con Ellen Barkin.

Nel 2005, Alley ha co-scritto e recitato nella commedia di Showtime “Fat Actress”, prima di dilettarsi inreality show.

È apparso in “Kirstie Alley’s Big Life” nel 2010, è stato un concorrente nella stagione 12 di “Dancing with the Stars” della ABC l’anno successivo e si è classificato secondo nella stagione 22 della versione britannica di “Celebrity Big Brother” nel 2018. Nel 2022, ha partecipato alla 7ª stagione di “The Masked Singer” della Fox.

Sebbene abbia avuto un impressionante corpo di lavoro, l’ultima parte della sua carriera è stata segnata dalla sua inclinazione a generare polemiche, specialmente attraverso i social media.

In un’intervista del 2007, Alley ha detto di essere orgogliosa dei suoi modi liberi.

“Ho sempre pensato che se qualcuno mi chiede qualcosa, vuole la vera risposta”, ha detto Alley a Good Housekeeping. “Penso che ci sia anche qualcosa nell’essere del Kansas. Di solito, la gente pensa che io sia di New York. L’unica somiglianza tra i newyorkesi e gli abitanti del Midwest è che ciò che vedi è ciò che ottieni”.

Reazioni alla morte di Kirstie Alley

John Travolta, che ha recitato con “Look Who’s Talking” di Alley e il sequel nel 1992, ha scritto su Instagram: “Kirstie è stata una delle relazioni più speciali che abbia mai avuto. Ti voglio bene, Kirstie. So che ci rivedremo”.

Jamie Lee Curtis ha reso omaggio a Alley su Facebook. “Ho appena sentito la triste notizia che Kirstie Alley è morta. Era un grande complemento comico in @tvscreamqueens e una bella mamma nella sua vita reale. Mi ha aiutato a comprare tute per la mia famiglia quell’anno per Natale. Abbiamo deciso di non essere d’accordo su alcune cose, ma avevamo un rispetto reciproco e una connessione. Triste notizia”.

Allo stesso modo, Josh Gad ha twittato: “Il mio cuore è rattristato per Kirstie e la sua famiglia. Che fosse per il suo bagliore in “Cheers”; o la sua performance magnetica nel franchise “Look Who’s Talking”, il suo sorriso era sempre contagioso, la sua risata era sempre contagiosa e il suo carisma era sempre iconico. QEPD”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *