Roberto Da Crema, la confessione a distanza di anni “Vendevo più di Bongiorno, per non dirlo mi diedero televendite da 400 milioni”

Roberto Da Crema lo conosciamo tutti per essere il re della televendita ed uno dei personaggi più noti della televisione italiana. A distanza di tanti anni Roberto ha parlato della sua carriera ripercorrendo gli anni del grande successo.

Roberto Da Crema sicuramente è conosciuto per essere il re delle televendite ed ha rilasciato un’intervista recentemente ripercorrendo quella che è stata la sua carriera di venditore incallito. Tra gli anni 80 e 90 sembra che abbia davvero fatto tante televendite e ha raggiunto proprio un successo strepitoso. Soprannominato Baffo, Roberto è stato proprio il re delle televendite. Ha promosso tanti prodotti e sembra che abbia fatto tanto guadagnare alle aziende. Adesso nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera pare che Roberto Da Crema abbia raccontato la vita di oggi, ma anche quelli che sono stati gli anni del grande successo.

Roberto Da Crema il successo ottenuto tra gli anni 80 e 90

Roberto Da Crema

Dotato di un grandissimo talento, il venditore non è soltanto riconosciuto a livello locale così come lui racconta ma ha avuto un successo a livello internazionale. “Andai al Madison Square Garden con un amico con cui pescavo le carpe sul Ticino. Dovevo spiegare la differenza tra gli orologi normali e quelli subacquei, in platea c’erano anche gli psicologi. Non sapevo una parola di inglese. Mentre alle mie spalle mandavano un video sul mio stile di vendita, trovai vicino a me un’ampolla di vetro con dei pesciolini rossi. Allora la presi sotto braccio e ci infilai dentro un orologio. Finito il video lo tirai fuori e lo sbattei sul tavolo: “Water resistant” gridai. Ovazione. Tornai in Italia con un assegno da ventimila dollari in tasca. Era il 1992″.

Grande talento come venditore, le parole di Roberto

Il Baffo

Pare che fin da piccola avete una certa propensione nei confronti delle televendite e pare che proprio a casa da bambino vendesse addirittura detersivi. Tra i più grandi successi lo stesso ricorda l’imitazione della Swatch”li comprarono pure Ezio Greggio e Loredana Bertè, che da me ordinava le pentole […] Sandra Mondaini e Raimondo Vianello presero i giubbotti in ecopelle con la striscia di lana al centro per i loro filippini“. Ed ancora “Vendevo più di Mike Bongiorno, per non dirlo in giro mi diedero un pacchetto di 12 televendite in una bella fascia, che valeva 400 milioni di vecchie lire”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.