Sapete chi é Giuseppe Cionfoli? ex Frate che partecipo a Sanremo


Nel corso della storia sono saliti sul palco di Sanremo diversi personaggi singolari, tra cui un frate di nome Padre Cionfoli. Chi era adulto negli anni ’80 potrebbe ricordarsi di lui. La sua carriera di cantante iniziò nel 1981 grazie al successo in un talent show di Domenica In, che gli diede la possibilità di gareggiare all’Ariston. Durante i festival del 1982 e del 1983 si esibisce con “Solo grazie” e “Shalom”, entrambe nella top 10 dei 45 giri. Torna a Sanremo dieci anni dopo come componente della Squadra Italia, un gruppo creato appositamente per la manifestazione.

Giuseppe Cionfoli è nato a Erchie, in provincia di Brindisi, il 19 ottobre 1952. Sua madre era di origine “fuitina” e alla fine rifiutò di sposare suo padre, che all’epoca non lo riconobbe. In seguito, il padre si sposò con un’altra donna ed ebbe altri figli, che però morirono in tenera età. Il padre tentò allora di convincere, senza successo, la sua ex fidanzata a “cedergli” Giuseppe. Cionfoli ha giocato a calcio come portiere per tutta l’infanzia, è entrato a far parte dell’ordine dei Cappuccini della provincia di Bari e ha completato il noviziato nel 1978.

Giuseppe Cionfoli lasciò l’ordine dei Cappuccini alla fine degli anni ’80, e ciò fu dovuto in gran parte al fatto che aveva conosciuto Loredana, figlia dell’autista che lo aveva portato agli spettacoli musicali. All’epoca era ancora un frate, ma quando lei iniziò a uscire con un altro, lui divenne estremamente invidioso e capì che desiderava stare con lei a tutti i costi. Dopo il matrimonio, la coppia ebbe tre figli: Samuel, Vera e Consuelo, e ora Cionfoli è anche nonno.

Giuseppe Cionfoli continua a fare il cantautore, ma è anche pittore e scultore. Nel 2006 è entrato a far parte del cast de “L’isola dei famosi”, ma si è ritirato dal programma televisivo perché le condizioni erano troppo difficili. Ha provato a partecipare a Sanremo alcune volte presentando canzoni, ma finora non è stato scelto. Nel 2015, Cionfoli si è candidato in Puglia con il partito di centro-destra. La sua carriera politica (che non ha avuto successo) è stata segnata da dichiarazioni controverse sui migranti, come “Uno dei problemi principali da affrontare in Puglia è il trasporto pubblico, che è disordinato a causa dei migranti che non hanno buone maniere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *