Sapete chi è Rodrigo de Paul? Età, carriera, ex moglie e figli


Rodrigo Javier de Paul Ferrarotti ( Sarandí , Buenos Aires , 24 maggio 1994 ) è un calciatore argentino. Formatosi ed emerso al Racing Club , gioca come centrocampista e la sua squadra attuale è l’ Atlético de Madrid della Primera División spagnola . È internazionale con la nazionale argentina .

La sua carriera professionale è iniziata al Racing Club , dove era considerato una delle grandi promesse della proprietà “Tita Mattiussi” insieme a Luciano Vietto , Valentín Viola , Bruno Zuculini , Ricardo Centurión , Luis Fariña , tra gli altri. 

Dal 2014 ha avuto una breve esperienza nel calcio spagnolo per 2 anni al Valencia CF ; tuttavia, nel 2016 è tornato al Racing Club in prestito per giocare in Copa Libertadores . Da lì è passato a giocare nel calcio italiano, all’Udinese . Nel 2022 è stato trasferito all’Atlético Madrid , dove era una vecchia conoscenza “dell’accademia”, Diego Simeone .

Con la squadra di calcio argentina ha fatto parte del roster di Lionel Scaloni , dove ha vinto la Copa América 2021 e la Finalissima 2022 . Ha anche giocato partite nella Coppa del mondo di calcio del 2022 tenutasi in Qatar.

Carriera 

Racing Club 

Rodrigo De Paul , agli esordi con il Racing Club

Ha esordito con la prima squadra del Racing Club in un’amichevole estiva contro il River Plate , in cui il Racing ha vinto 2-1 ed è diventato campione della Copa Centenario Liga Marplatense de Fútbol 2013 . Ha fatto il suo debutto ufficiale per il primo appuntamento del Torneo Finale 2013 , quando ha sostituito Diego Villar nella sconfitta per 3-0 contro l’ Atlético de Rafaela . Ha segnato il suo primo gol da professionista in data 5 dello stesso torneo, nella vittoria per 3-0 contro il San Martín de San Juan . Il raddoppio è stato segnato contro il San Lorenzo dopo un gran passaggio di Mauro Camoranesi, nel 4-1 del Racing.Dopo quella partita, su sussurri dei tifosi del Racing Club, è nato il suo soprannome di “Pollo”, per l’affetto che i tifosi avevano per lui prima del suo esordio in prima divisione.

Per il Torneo Iniziale 2013 , ha iniziato a indossare la maglia numero 10 dopo essersi consultato con i suoi compagni di squadra e il DT. Ha esordito per le coppe internazionali il 14 agosto 2013 nella Copa Sudamericana 2013 contro il Lanús nella sconfitta per 2-1. Per il terzo turno di campionato, ha segnato il suo terzo gol in Prima Divisione, segnando il gol scontato nella sconfitta per 3-1 del Racing Club contro il Tigre .

Valencia CF 

Rodrigo de Paul al Valencia CF nel 2015

Il 9 maggio 2014 è stato chiuso il suo trasferimento al Valencia CF del campionato spagnolo per 4,7 milioni di euro, con diritto del 10% su un possibile futuro trasferimento al Racing e con opzione di favore sul calciatore Luciano Vietto , ingaggio che il club non può affrontare alla fine e il giocatore ha finito per firmare per il Villarreal C. F. Nella sua presentazione al club “Ché” per giocare nella stagione 2014-15 , è stato designato che la maglia che avrebbe indossato sarebbe stata con il numero 20, avrebbe firmato il suo contratto che lo avrebbe unito al club per 5 anni, nel club avrebbe 4 connazionali Pablo Piatti , Bruno ZuculiniNicolás Otamendi e Lucas Orban .

Il 23 agosto 2014 ha esordito nella prima giornata di campionato contro il Sevilla FC allo stadio Ramón Sánchez Pizjuán , entrando in sostituzione di Paco Alcácer dopo 22 minuti del secondo tempo, ed è stato espulso dopo un minuto per aver colpito con il gomito un giocatore, un rivale che stava cercando di togliergli la palla e provocargli un lieve infortunio allo zigomo. È durato 62 secondi in campo e ha battuto un record perché è diventato il debuttante ad essere espulso più velocemente nella storia del campionato spagnolo. Inoltre, il comitato di gara RFEF lo ha sanzionato con 4 giochi senza poter giocare considerando l’azione come violenta, qualcosa che ha notevolmente indignato il club e interrotto la progressione prevista del giocatore nella squadra. 

È stato difficile per Rodrigo de Paul ricongiungersi alla squadra dell’allenatore Nuno Espírito Santo , ma alla fine è tornato in squadra e si è goduto i minuti, finché non ha iniziato a stupire i tifosi valenciani. Il 4 dicembre 2014, dopo buone prestazioni dalla panchina in campionato, ha avuto la sua possibilità da titolare nell’andata dei sedicesimi di finale di Copa del Rey contro il Rayo Vallecano a Vallecas . La squadra non ha avuto una buona partita e ha iniziato a perdere, ma è riuscita a rimontare vincendo 1-2 grazie al primo gol ufficiale di Rodrigo de Paul con il Valencia CF, dopo aver ricevuto un passaggio che lo ha lasciato a tu per tu con il portieree rifinito con il piede destro dalla destra dell’area da sotto, accanto al palo sinistro, gli ha regalato la vittoria negli ultimi minuti di gioco. 

La sua seconda stagione è iniziata con la partenza della squadra del suo grande amico Otamendi. Zuculini era già uscito prima, con il quale ha formato una divertente band nel club valenciano, che ha finito per raggiungere l’obiettivo della qualificazione alla UEFA Champions League , ma nonostante il suo ruolo nella squadra di Nuno Espírito Santo ha iniziato a essere sempre più secondario. Ha partecipato solo a 4 delle prime 13 partite di campionato e si stava valutando la possibilità che sia lui che il suo compagno di squadra e amico Álvaro Negredo e altri fossero stati rimossi ufficiosamente dalla squadra dall’allenatore portoghese. Con il nuovo allenatore, Gary Neville, ha avuto più opportunità ma le prestazioni della squadra non sono migliorate, quindi il club ha cercato alcuni cambiamenti nella finestra di mercato invernale e ha offerto al giocatore la possibilità di andarsene. Gli è stato offerto di continuare nel campionato spagnolo  ma ha optato per un ritorno al Racing Club.

Prestito al Racing Club

Il 4 febbraio 2016 è stato ufficializzato il ritorno del giocatore al Racing Club con un contratto di prestito fino a giugno. Ha esordito l’8 febbraio contro l’ Atlético Tucumán e ha segnato il suo primo e unico gol il 24 febbraio contro il Bolívar in Copa Libertadores dopo un grande assist di Lisandro López .Con il passare delle settimane contava sempre meno per l’allenatore e alla fine ha partecipato a sole 15 partite (11 in campionato e 3 in Copa Libertadores ).

Udinese Calcio 

Tornò al Valencia agli ordini dell’allenatore Pako Ayestarán ma alla fine non contò né per l’allenatore né per il direttore sportivo Jesús García Pitarch , pertanto fu trasferito il 20 luglio 2016 all’Udinese Calcio di Serie A in Italia firmando contratto quinquennale fino al 2021 in cambio di 3,5 milioni di euro per il Valencia, 1516 più 1,5 milioni di variabili e una percentuale su una futura cessione. Durante la sua permanenza al club ha segnato 34 gol nelle 184 partite giocate.

Atletico Madrid 

Il 12 luglio 2021, giorni dopo aver vinto la Copa América , è tornato al calcio spagnolo dopo essere stato trasferito al Club Atlético de Madrid , squadra con la quale ha firmato per le successive cinque stagioni. 

Nazionale 

De Paul ha ricevuto la sua prima convocazione nella squadra argentina per il doppio appuntamento FIFA nell’ottobre 2018, nell’ambito di un rinnovo della rosa guidato dall’allenatore (all’epoca ad interim) Lionel Scaloni . Lì ha esordito indossando la maglia dell’albiceleste in quella che è stata la vittoria per 4-0 contro l’ Iraq l’11 di quel mese. Successivamente è stato convocato a novembre per giocare due amichevoli contro il Messico . A marzo 2019 è stato convocato per giocare altre due partite, questa volta contro Venezuela e Marocco . Il 15 maggio è stato inserito nella lista dei 40 pre-convocati per la Copa América 2019. Il 21 maggio è stata confermata la sua presenza nella competizione continentale, riuscendo a superare il taglio di 23 giocatori.

Ex moglie

Il matrimonio di Rodrigo De Paul, ex giocatore dell’Udinese, è finito. Lo sportivo ha confermato la rottura in un programma televisivo argentino, Nosotros a la Mañana. Camila Homs, moglie di De Paul, non è una ragazza qualunque: è nata in Uruguay e da diversi anni è una cantante di successo. La coppia ha due figli piccoli: Francesca di 3 anni e Bautista di pochi mesi. A quanto pare, le cose non sono andate bene a casa, perché subito dopo la separazione Rodrigo ha iniziato a frequentare Tini Stoessel, conosciuta come Violetta in Italia e in Argentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *