Si ferma per guasto in A14, l’auto viene centrata in pieno: 23enne muore sbalzata dall’abitacolo

Una donna bolognese di 23 anni è morta tragicamente sabato sul tratto emiliano dell’autostrada A14, dopo essere stata sbalzata fuori dalla sua auto in seguito a un guasto e all’urto con altri veicoli. La donna, che viaggiava a bordo della propria auto tra il tardo pomeriggio e la prima serata del 27 agosto tra i caselli di San Lazzaro e Castel San Pietro sul tratto bolognese dell’autostrada A14 Bologna-Taranto, è rimasta uccisa in seguito a un incidente avvenuto alle 19:30 intorno alla carreggiata di Ancona al chilometro 35.

Secondo la ricostruzione dell’incidente, una donna di 23 anni si era fermata per un problema sulla carreggiata all’auto. Un’auto che stava sorpassando proprio in quel momento non ha avuto il tempo di frenare, colpendo l’utilitaria che la precedeva e sulla quale viaggiava la giovane vittima. Un impatto estremamente violento ha giovani entrambi i veicoli, non lasciando alla donna nessuna possibilità di sopravvivenza. La ragazza è stata letteralmente scaraventata fuori dall’abitacolo ed è morta sul colpo. Il personale medico inviato da altri automobilisti di passaggio non è riuscito a salvarla.

I soccorritori hanno trasportato due feriti in ospedale dopo uno scontro tra due auto sull’autostrada A1. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze e anche un elicottero, oltre a vigili del fuoco, agenti della polizia stradale e personale di Autostrade per l’Italia. Per consentire i soccorsi, i rilievi e la rimozione dei veicoli coinvolti nell’incidente, il traffico è rimasto bloccato per diverse ore. Migliaia di automobilisti sono rimasti bloccati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.