Tenta di violentare una ragazza nel parco e le strappa le mutande: arrestato

24

La polizia ha arrestato un uomo dopo che una donna di 30 anni ha denunciato di essere stata aggredita sessualmente mentre camminava nel Parco di Monza il 27 giugno. È stato arrestato un uomo di 43 anni, originario dello Sri Lanka, con precedenti per atti osceni davanti a minori. Anche lui vive nella provincia di Monza e Brianza con la famiglia. Secondo MonzaToday, è stato arrestato per atti osceni in due occasioni. Ora si trova in carcere per scontare un’ordinanza di custodia cautelare e dovrà affrontare l’accusa di violenza sessuale.

Il 45enne avrebbe afferrato la vittima da dietro, le avrebbe messo le mani intorno al collo e l’avrebbe gettata a terra. Dopo aver tentato di violentarla, l’uomo di 43 anni è scappato dopo l’incidente di prima mattina a Santa Maria delle Grazie, cercando di stuprarla. Dopo essere fuggita e aver attirato l’attenzione di un’altra donna che stava facendo jogging nelle vicinanze, la donna è riuscita a urlare e a scappare. La polizia è riuscita a tracciare un identikit dello stupratore sulla base dei ricordi della donna e a confrontarlo con altri sospetti sulla base dei filmati delle telecamere di sorveglianza della Brianza e delle aree circostanti. Per rintracciare il 43enne sono state effettuate ricerche su precedenti episodi sessuali avvenuti in Brianza.

Dopo l’evento, la polizia ha effettuato controlli a tappeto nel parco per cercare il fuggitivo. Gli investigatori hanno quindi rivolto la loro attenzione all’uomo. L’uomo, noto in Italia per essersi spogliato davanti a giovani ragazze nel 2004 e nel 2020, è stato denunciato in stato di libertà dalle Squadre Volanti della Questura nel 2006 e nel 2020.

Dopo che la Procura della Repubblica ha richiesto la custodia cautelare in carcere sulla base dei risultati ottenuti, il Tribunale di Monza l’ha emessa. La ragazza è stata dimessa dall’ospedale con una prognosi di 15 giorni, ma è stata in grado di fornire alla polizia informazioni che hanno permesso di individuare e arrestare l’uomo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.