Tiémoué Bakayoko fermato e perquisito dalla polizia con pistola puntata: poi si accorgono dell’errore

44

La polizia ha fermato e perquisito il calciatore del Milan Tiémoué Bakayoko, ma dopo pochi secondi si è accorta dell’errore. Il centrocampista del Milan Tiémoué Bakayoko ha vissuto un’esperienza bizzarra. Durante la partita di Telekom Cup contro il Colonia, è sceso in campo con la sua squadra ed è rimasto sbigottito nel vedere una scena che sicuramente avrebbe fatto parlare di sé.

Due poliziotti hanno fermato l’ex calciatore di Monaco e Chelsea mentre guidava in centro a Milano, e uno di loro ha puntato la pistola contro il suo veicolo mentre l’altro lo perquisiva. Gli agenti sembravano sicuri di quello che stavano facendo, senza alcun dubbio, e tutto si è fermato pochi secondi dopo quando un terzo poliziotto si è avvicinato.

Il momento in cui l’agente si rende conto di aver fermato e perquisito un giocatore del Milan è quasi surreale. Dalla sua espressione si percepisce una combinazione di sgomento e sorpresa per tutto ciò che ha appena fatto. Il video è stato pubblicato su Twitter ed è diventato virale nel giro di poche ore.

L’incidente presenta molte sfumature. I due agenti di polizia non sembrano preoccuparsi di quello che stanno facendo, mentre si avvicinano al veicolo armati di pistola. Un terzo agente rivela l’identità della persona fermata, che sta fermando un veicolo ripreso dal video. L’episodio si dipana in pochi secondi.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.