Uccide il compagno della ex, poi spara a lei e si suicida: pomeriggio di follia al confine

65

Lunedì sera, Stefano Solazzo, cittadino italiano di 56 anni, ha ucciso a colpi di pistola il nuovo compagno della sua ex fidanzata in una zona boschiva di Cantello. La vittima era Daniele Morello, 48 anni, titolare di una ditta di trasporti.

Secondo quanto riportato, Morello è stato attirato in una zona isolata della città dal suo stesso assassino con la scusa di un appuntamento di lavoro. Ho dovuto avere una discussione. Dopo avergli fatto, Solazzo lo avrebbe abbandonato sul ciglio della strada, dove il suo corpo è stato ritrovato alla foce della Valsorda.

Poi l’assassino è salito sulla propria auto, con targa svizzera, e ha attraversato il confine fino a Stabio. Lì ha sparato alla sua ex compagna per strada ed è fuggito, forse credendola morta. La donna è grave e perde sangue, ma non sarebbe in pericolo di vita. Poco dopo le 19, Solazzo si è tolto la vita con la stessa arma con cui ha ucciso Morello in Italia e ferito gravemente la donna in Canton Ticino.

La polizia italiana e quella svizzera hanno collegato gli eventi quasi contemporaneamente, chiudendo il cerchio del caso. Le indagini in collaborazione tra le autorità italiane e svizzere contribuiranno a chiarire solo alcuni dettagli: se Solazzo fosse in possesso di un porto d’armi e da dove avesse preso l’arma.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.