Alla scoperta su chi è Mietta: età, carriera, marito e figli



Mietta è diventata un’icona della musica italiana negli anni ’90 grazie al successo travolgente della sua hit “Vattene amore,” nota a tutti per il suo memorabile ritornello. Tuttavia, in tre decenni di carriera, questa artista poliedrica ha abbracciato una vasta gamma di ruoli nel mondo dello spettacolo.



Daniela Miglietta, conosciuta come Mietta (un nome suggerito da Claudio Mattone, celebre autore musicale ed editore), è nata a Taranto il 12 novembre 1969. Fin dall’adolescenza, Mietta ha coltivato una passione innata per la musica, e questo amore l’ha portata a fondare la cover band “Ciak” insieme a due amiche. Tuttavia, il vero trampolino di lancio per la sua carriera è stato il mondo della radio.

Mietta ha vinto un concorso radiofonico volto a scoprire nuovi talenti musicali in Italia. Questo successo l’ha portata a recitare in uno sceneggiato radiofonico chiamato “Nasce una stella,” che le ha aperto le porte del Festival di Sanremo nella categoria Nuovi. Qui, nel 1989, ha ottenuto la vittoria con il brano “Canzoni.”

L’anno successivo, la consacrazione definitiva è arrivata a Sanremo, dove si è classificata terza in coppia con Amedeo Minghi, interpretando “Vattene amore,” la canzone rimasta nell’immaginario collettivo grazie al suo indimenticabile ritornello. Gli anni ’90 sono stati un decennio straordinario per Mietta, con numerosi dischi d’oro e di platino, oltre a varie partecipazioni al Festival di Sanremo e ad altri importanti programmi musicali italiani, tra cui il Festivalbar, Vota la voce e Un disco per l’estate.

Verso il Cinema e il Doppiaggio

In questo periodo, Mietta ha iniziato ad esplorare il mondo del cinema, recitando in film come “La piovra 8 – Lo scandalo” di Giacomo Battiato (1997) e prestando la voce al personaggio di Esmeralda nel film d’animazione Disney “Il gobbo di Notre Dame,” doppiando anche i brani musicali della protagonista. Per questo ruolo, ha ottenuto il premio come Miglior Doppiaggio Femminile Europeo assegnato da Buena Vista.

Gli Anni Duemila e Oltre

Nel nuovo millennio, Mietta ha continuato a riscuotere successo, partecipando nuovamente al Festival di Sanremo e collaborando con artisti del calibro di Renato Zero. Ha anche continuato la sua attività nel cinema e in televisione, partecipando a programmi come “Tale e quale show,” “I migliori anni,” e come giudice a “Sanremo Young” nel 2018. Negli ultimi anni, ha partecipato a vari programmi TV, tra cui “Ballando con le stelle,” “Il cantante mascherato,” “Indovina la canzone,” “Back to school,” e “Boomerissima.”

A partire da novembre 2023, Mietta è stata scelta come coach per il programma “Io Canto Generation,” condotto da Gerry Scotti. In questo contest, giovani talenti musicali dai 10 ai 15 anni si sfideranno in una competizione canora. Mietta sarà affiancata da altri artisti di fama come Cristina Scuccia, Iva Zanicchi, Fausto Leali, Anna Tatangelo e Benedetta Caretta.

Vita Privata e Scelte Controversie

Mietta ha sempre cercato di mantenere una certa riservatezza sulla sua vita privata, ma alcune delle storie più significative della sua vita sono diventate di dominio pubblico. Negli anni ’90, è stata legata sentimentalmente all’attore e modello Brando Giorgi, noto soprattutto per i suoi ruoli nelle serie televisive “Vivere” e “Centovetrine.”

In seguito, Mietta ha avuto una relazione con Davide Tagliapietra, da cui ha avuto il figlio Francesco Ivan nel 2010.

Recentemente, Mietta è stata al centro di una controversia mediatica durante la sua partecipazione a “Ballando con le stelle,” a causa della sua positività al COVID-19 e della sua decisione di non vaccinarsi. Ha spiegato che la sua scelta era legata a problemi di salute e ansia riguardo ai farmaci, dovuti a reazioni allergiche. Tuttavia, ha dichiarato di essere intenzionata a vaccinarsi una volta superate le sue fragilità fisiche.

Oltre alla sua carriera musicale e cinematografica, Mietta ha anche intrapreso una carriera di scrittrice, pubblicando due romanzi, “L’albero delle giuggiole” e “Tra l’acqua e l’olio.” Inoltre, ha registrato la versione audio del celebre romanzo fantasy “L’ultimo elfo” di Silvana De Mari, consolidando ulteriormente la sua posizione nella cultura popolare italiana e internazionale.



Lascia un commento