Caso Ferragni, il marchio di occhiali Safilo straccia l’accordo: «Violati gli impegni contrattuali»



Un’inchiesta che si fa sempre più profonda, un’accusa di violazione di impegni contrattuali, e un effetto domino che minaccia di travolgere il mondo dei Ferragnez. Il caso delle donazioni milionarie sollevato per l’acquisto solidale del Pandoro Pink Christmas di Balocco, firmato Chiara Ferragni, sembra aver aperto la scatola di Pandora. Le conseguenze sono molteplici, e ora coinvolgono non solo l’indagine in corso, ma anche i sostenitori politici e i generosi sponsor della coppia di influencer più glamour dei social media.



Le Misure Attuali

Al momento, Chiara Ferragni ha già ricevuto una multa di oltre un milione di euro dall’Antitrust per la sua parte nel caso delle sponsorizzazioni. Tuttavia, questo è solo l’inizio. La coppia è sotto il microscopio, con ulteriori indagini in corso che potrebbero portare alla luce dettagli importanti sulle loro attività imprenditoriali.

Effetto Domino

L’effetto domino si sta già verificando. Safilo, il gruppo miliardario dell’occhialeria, ha annunciato l’interruzione dell’accordo di licenza per il design, la produzione e la distribuzione delle collezioni eyewear a marchio Chiara Ferragni. Questa mossa è giustificata da violazioni degli impegni contrattuali da parte della titolare del marchio. Tuttavia, se il contratto include penali per violazioni contrattuali, la situazione potrebbe diventare ancor più complessa.

Al momento, siamo in attesa degli esiti delle indagini in corso, compresa la questione delle donazioni raccolte per il reparto Covid in area Fiera. La Regione Lombardia ha già chiarito alcune questioni, smentendo le affermazioni di Fedez sul numero di posti letto di terapia intensiva realizzati grazie alle donazioni.

La situazione politica sta diventando sempre più tesa. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, si è rifiutato di esprimersi sulla possibile revoca dell’Ambrogino d’oro a Chiara Ferragni, preferendo lasciare questa decisione al consiglio comunale. Nel frattempo, Fratelli d’Italia a Milano sta raccogliendo firme per chiedere la revoca dell’ambito riconoscimento, affermando che Ferragni ha utilizzato la beneficenza per ottenere più seguaci e profitti.

La vicenda Ferragnez rischia di avere implicazioni significative. L’indagine si sta ampliando, e molte domande rimangono senza risposta. L’opinione pubblica e la politica sono sempre più coinvolte, e il futuro dei Ferragnez è tutt’altro che certo.

Quello che sembrava inizialmente un errore di comunicazione si sta trasformando in una tempesta di proporzioni imprevedibili. La situazione è complessa e in evoluzione, e sicuramente non passerà inosservata. Resta da vedere come si evolverà e quali saranno le conseguenze finali per Chiara Ferragni e il suo impero digitale.



Lascia un commento