Chi è Andrea Piazzolla, ex assistente di Gina Lollobrigida? Accusa pesanti su di lui


Andrea Piazzolla è stato il tuttofare e amministratore delegato della società Vissi d’arte di Gina Lollobrigida. Ha acquisito notorietà a causa del processo che lo vedeva imputato per presunta circonvenzione di incapace, con l’accusa di aver venduto molti dei beni dell’attrice; lei, tuttavia, ha sempre difeso il suo operato.

Andrea Piazzolla, 35 anni, era amministratore delegato e tuttofare della società Vissi d’arte di Gina Lollobrigida. È diventato famoso per il processo che lo vede accusato di aver aggirato un’incapace e di aver venduto più di 350 beni dell’attrice, oltre ad essersi impossessato del suo denaro. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, Gina Lollobrigida si è battuta per legittimare la posizione di Andrea Piazzolla fino alla sua morte. Fu infatti il figlio, Andrea Milko Skofic, a portare il tuttofare in tribunale.

Andrea Piazzolla è un ex tuttofare della celebre attrice Gina Lollobrigida.

Andrea Piazzolla è stato sotto gli occhi di tutti a causa di un caso giudiziario riguardante la vendita e la gestione dei beni di Gina Lollobrigida. I due hanno una relazione di lunga data e dal 2015 Piazzolla vive con la compagna e la figlia, chiamata Gina in onore della Lollobrigida, in una villa situata sull’Appia Antica. Oltre a Piazzolla, anche il ristoratore Antonio Salvi è imputato nel processo. I due avrebbero tentato di vendere oltre 350 beni appartenenti alla Lollobrigida, come gioielli, opere d’arte e auto di lusso, con un’appropriazione indebita stimata in 130.000 euro. Piazzolla ha negato le accuse e Lollobrigida ha dichiarato pubblicamente di essere pienamente consapevole delle sue decisioni.

Alla notizia della scomparsa di Gina Lollobrigida, Andrea Piazzolla ha espresso le sue condoglianze.

In seguito alla scomparsa di Gina Lollobrigida, le questioni legali che la riguardano sono tornate alla ribalta. Andrea Piazzolla ha fatto sapere a Repubblica di non voler essere presente ai funerali per evitare potenziali controversie con Javier Rigau, l’imprenditore spagnolo che aveva tentato di truffare la diva con un matrimonio fraudolento, e con il figlio di lei.

Ho scelto di non partecipare al funerale perché disapprovavo la mancanza di rispetto dimostrata nei confronti di Gina da Xavier Rigau, suo figlio e suo nipote. Non ho voluto agire per dimostrare la mia disapprovazione perché non è nel mio carattere farlo.

Il giorno del funerale di Gina Lollobrigida, Andrea Piazzolla ha inviato un messaggio a Eleonora Daniele nella trasmissione Storie Italiane, esprimendo che se Gina fosse stata ancora viva avrebbe incoraggiato le persone a lasciare i mercanti fuori dal tempio. Piazzolla si è poi presentato al funerale con un aspetto stanco e ha rifiutato di parlare con i giornalisti, scusandosi per la sua impossibilità di farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *