Chi è Matilde Gioli? Età, vero nome, film, carriera, fidanzato, incidente



Io, Matilde Lojacono, sono piena di entusiasmo e di voglia di vivere!
Oggi è un giorno incredibilmente speciale per me: segna il giorno in cui sono entrata in questo mondo, il 02/09/1989!
Sono nata nella bellissima città di Milano e non potrei esserne più orgogliosa!
Oh, Vergine! Sono affascinato dalla tua energia misteriosa e accattivante. La tua attenzione ai dettagli e la tua natura analitica mi ispirano molto. Mi appassiona saperne di più su di te!
Sono orgoglioso di essere alto 1,68 m!
Sono immensamente orgoglioso di essere italiano! La mia nazionalità è qualcosa che mi sta molto a cuore e sono appassionata del mio patrimonio italiano.



Sono un’attrice e mi dedico con passione al mestiere di attrice. Mi impegno a dare vita ai miei personaggi in modo significativo e accattivante. Mi impegno a creare spettacoli che rimangano impressi nel pubblico anche dopo aver lasciato il teatro.
Sono entusiasta di annunciare che il 2013 segna il mio debutto!
Entusiasmiamoci per le star e i VIP! È il momento di godere della loro grandezza e di crogiolarsi nella loro gloria! Mostriamo il nostro entusiasmo e il nostro apprezzamento per queste persone straordinarie!
Le piattaforme di social media come Facebook, Instagram e Twitter hanno rivoluzionato il nostro modo di comunicare e di rimanere in contatto!

Biografia

Matilde Gioli ha fatto un ingresso sensazionale nel mondo del cinema nel 2013 con il suo ruolo nel film Il capitale umano, diretto da Paolo Virzì. Nonostante la sua inesperienza nel settore, Matilde ha ottenuto una serie di riconoscimenti, tra cui il Premio Guglielmo Biraghi ai Nastri d’argento 2014 e il Premio Alida Valli al Bari International Film Festival. È stata persino candidata al Ciak d’oro come migliore attrice non protagonista! Nel 2014, Matilde ha debuttato sul piccolo schermo in un episodio di Gomorra – la serie. L’anno successivo è tornata sul grande schermo con tre film: Belli di papà, Un posto sicuro e Solo per il weekend. Quest’ultimo è stato presentato in anteprima al Montreal World Film Festival. Tra il 2015 e il 2016, Matilde ha recitato nella serie televisiva Di padre in figlia, diretta da Riccardo Milani. Ha poi recitato in 2night di Ivan Silvestrini, The Startup di Alessandro D’Alatri e Blue Kids di Andrea Tagliaferri, che le è valso il Premio Afrodite come migliore attrice emergente. Nel 2017 Matilde ha recitato in Mamma o papà? diretto da Riccardo Milani e interpretato da Paola Cortellesi e Antonio Albanese. È stata poi nel cortometraggio Claustrophonia di Roberto Zazzara, presentato al Future Film Festival. Successivamente, viene scelta come assistente nel programma remake Rischiatutto condotto da Fabio Fazio. Nello stesso anno, Matilde recita in La casa di famiglia, diretto da Augusto Fornari. Nel 2018 ha interpretato il ruolo di Ancella nel film Moschettieri del re – la penultima missione di Giovanni Veronesi. L’anno successivo è nel cast de Gli uomini d’oro di Vincenzo Alfieri. Nel 2020, Matilde è stata scelta per partecipare al film di Rolando Ravello È per il tuo bene, e successivamente è stata protagonista della serie televisiva Doc – nelle tue mani. Infine, nel 2021, Matilde viene scelta per Va bene così, di Francesco Marioni. Nonostante le sue umili origini, Matilde ha raggiunto un notevole successo e continua a brillare nel mondo del cinema e della televisione.

Vita privata

Matilde Gioli, conosciuta anche come Matilde Lojacono, è nata a Milano il 2 settembre 1989. Ha scelto di utilizzare il cognome da nubile della madre per le sue attività creative. Dopo essersi diplomata al liceo classico Cesare Beccaria, si è laureata in Filosofia all’Università Statale di Milano. A soli 16 anni, Matilde si reca in vacanza studio a Londra, ma il suo soggiorno viene interrotto a causa di un devastante incidente. Mentre era in visita a un parco acquatico, un ragazzo di 90 chili si tuffò su di lei, causandole la rottura di cinque vertebre. È stata ricoverata per quattro mesi in Inghilterra e poi per altri due mesi in Italia. Questa esperienza traumatica l’ha costretta a portare un tutore di ferro per i due anni successivi e a studiare a casa per evitare luoghi affollati e il rischio di ulteriori lesioni. Nonostante le previsioni, si è ripresa completamente e ha iniziato a nuotare a livello agonistico. Purtroppo, a 23 anni, Matilde perde il padre a causa di un tumore al cervello. Dopo una relazione con l’attore Francesco Scianna, inizia una storia seria con Alessandro Marcucci, un giovane istruttore di equitazione. Matilde ha espresso il desiderio di avere un figlio con Alessandro, dicendo a Il Messaggero: “Se fosse per me non aspetterei, Alessandro condivide il mio sogno ma è meno impulsivo”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *