Michele Barco ultimo giorno di lavoro, ma il 58enne muore in azienda



Con grande tristezza annunciamo la scomparsa di Michele Barco, morto all’età di 58 anni martedì 31 gennaio presso l’azienda Belvest di Piazzola sul Brenta, Padova.



È con profonda tristezza che l’azienda di abbigliamento Belvest di Piazzola sul Brenta, Padova, comunica l’improvvisa scomparsa di Michele Barco avvenuta martedì 31 gennaio, nel suo ultimo giorno di lavoro prima della pensione. Aveva 58 anni.

La mattina del suo pensionamento dall’azienda di abbigliamento, Michele era arrivato con pasticcini e bottiglie per festeggiare l’occasione con i colleghi. Purtroppo, l’atmosfera gioiosa si è rapidamente trasformata in shock e angoscia quando Michele si è improvvisamente accasciato ed è deceduto.

Ricevuto l’allarme, il personale medico si è prontamente recato sul posto; purtroppo, il 58enne è stato dichiarato morto poco dopo. Michele era un addetto al controllo qualità ed era un mentore per molti dei dipendenti più giovani. Chi lo conosceva è sicuro di una cosa: non aveva precedenti di problemi cardiaci.

I funerali venerdì

Michele non era sposato né promesso sposo. Risiedeva con l’anziana madre Gabriella a Piazzola, un luogo da cui non voleva allontanarsi. Gli sopravvivono i genitori, oltre a tre sorelle e un fratello. I funerali di Michele saranno officiati da don Guido venerdì 3 febbraio alle ore 15 presso il Duomo di Piazzola sul Brenta.

Il parroco, che venerdì officerà la Messa, ha espresso sconcerto per l’improvvisa malattia di Michele Barco, che non aveva mai avuto il piacere di conoscere personalmente, ma la cui fama era quella di un uomo laborioso, gentile, onesto, dedito alla famiglia e all’assistenza dell’anziana madre.

Oggi è il mio ultimo giorno in questa azienda. Vorrei esprimere la mia gratitudine a tutti i miei colleghi e ringraziarli per il loro sostegno durante il mio mandato qui. Sto presentando la mia lettera di dimissioni e mi ritirerò ufficialmente dopo la sua accettazione. Sono certo che i miei colleghi continueranno a eccellere in futuro.

Ci sono molte risorse disponibili per aiutare le persone a decidere cosa dire e cosa portare nel loro ultimo giorno di lavoro prima del pensionamento. Questa decisione dipende in larga misura dall’esperienza maturata dall’individuo durante gli anni di lavoro. Un’opzione popolare è quella di portare spumante e una torta per commemorare la fine della carriera professionale, potenzialmente durante una pausa pranzo.

Se la persona in questione sta passando a una nuova professione, la situazione cambia. È importante mostrare apprezzamento per l’azienda e per il ruolo che ha svolto nella crescita professionale dell’individuo nel corso degli anni. È anche importante fornire un preavviso adeguato del cambiamento di carriera.

Uno spumante celebrativo e una selezione di pasticcini, dolci e snack sarebbero un modo appropriato per commemorare la fine di un periodo di lavoro. In rete sono disponibili diverse risorse che forniscono indicazioni sulle parole più appropriate da usare quando si lascia un collega. Sono disponibili anche suggerimenti su come redigere una lettera di apprezzamento per i colleghi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *