Si ferma sul ponte, oltrepassa le protezioni e si lancia nel vuoto: prof 55enne muore sul colpo. “Era depresso”



 
Nella serata di giovedì 14 dicembre, un tragico evento ha scosso la tranquilla cittadina di Ariccia, situata nella provincia di Roma. Un uomo di 55 anni, che si è poi scoperto essere un professore di scuola media, ha compiuto un gesto estremo gettandosi dal ponte di Ariccia. Un impatto con il suolo da oltre 30 metri che si è rivelato fatale, lasciando senza scampo il 55enne. Le prime informazioni suggeriscono che l’uomo soffrisse di una grave forma di depressione, che alla fine lo ha spinto al suicidio.

I dettagli dell’incidente

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il 55enne, residente a Velletri, si è recato nella città di Ariccia intorno alle 20:00. Dopo aver parcheggiato la sua auto, si è diretto verso il ponte. Qui, ha superato prima il muro di protezione e poi le reti di sicurezza prima di compiere il tragico gesto. Le squadre di soccorso sono state immediatamente allertate, ma purtroppo non hanno potuto fare nulla per salvare l’uomo. La sua caduta da una altezza di circa 60 metri si è conclusa sull’asfalto, causandone la morte istantanea.



Il riconoscimento da parte della moglie

La tragica notizia ha raggiunto la moglie dell’uomo nella mattinata di venerdì 15 dicembre. Preoccupata per il fatto che il marito non fosse tornato a casa e dopo aver appreso della tragedia dai giornali locali, la donna ha contattato le autorità. Secondo le testimonianze della moglie, il 55enne lavorava presso una scuola media a Velletri, una località vicina ad Ariccia. Si era ormai da tempo affrontato un doloroso stato depressivo che, purtroppo, ha avuto un epilogo tragico.

Questa drammatica vicenda getta luce su quanto sia importante prestare attenzione alle persone che soffrono di depressione e fornire loro il supporto e l’aiuto di cui hanno bisogno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *