Adamo Guerra e Raffaella Borghi hanno ufficialmente divorziato dopo che lui ha simulato la propria morte per 10 anni



Individuazione di Adamo Guerra in Grecia: La storia di un decennio di assenza

Adamo Guerra e Raffaella Borghi, dopo un decennio di assenza dell’uomo, hanno completato le ombrose formalità del divorzio. Guerra, che è risultato essere separato da Borghi al tempo della sua improvvisa sparizione, si è nascosto dietro a un velo di presunta morte per ben dieci anni. Il velo si è dissolto grazie al programma “Chi l’ha visto?” che ha smascherato la sua nuova vita in Grecia.



La resurrezione virtuale di Adamo Guerra

Adamo Guerra e Raffaella Borghi sono ufficialmente divorziati. Questo matrimonio precedentemente sospeso ha ormai conosciuto la sua fine, grazie all’uomo originario di Lugo (Ravenna) che ha clamorosamente simulato il proprio suicidio, sparendo dalla vita delle persone che conosceva, per ritirarsi in Grecia. La sentenza di divorzio è stata recentemente depositata al tribunale di Ravenna. Guerra si è presentato in tribunale per la prima volta in ottobre, dopo aver passato dieci anni nell’ombra, per partecipare alla prima udienza del divorzio.

La scoperta di una vita nascosta

Importanti scoperte sono venute alla luce durante le formalità di divorzio, permettendo a Raffaella Borghi di disvelare l’inaspettata verità sul padre delle sue figlie. In Grecia erano stati rintracciati dei documenti appartenenti al presunto suicida, ma Borghi ipotizzò che si fosse trattato di un furto d’identità. Il giornalista del programma “Chi l’ha visto?” Luigi Squalettì, condotto sulle tracce del misterioso utilizzo dei documenti, si è trovato faccia a faccia con Adamo Guerra – un uomo dato per morto per dieci anni.

La chiusura ufficiale del matrimonio

Il passo conclusivo per il divorzio tra Adamo e Raffaella si è concluso con la firma sui documenti. Quando Guerra scomparve, aveva appena iniziato il procedimento del divorzio, nonostante avesse mantenuto buoni rapporti con la ex moglie. “Mio marito non era scomparso” – aveva raccontato Borghi durante un’intervista con la Rai – “era vivo. Aveva richiesto di essere riconosciuto come un cittadino italiano residente in Grecia”.

Il ritratto di un uomo e padre assente

Nel contesto familiare, Guerra non ha onorato i suoi doveri paterni per un decennio, lasciando le figlie, all’epoca ancora minorenni, prive del loro genitore. La prima udienza del processo penale nei confronti di Guerra, accusato di violazione degli obblighi familiari, si terrà a gennaio 2023.



Lascia un commento