Aiuta un automobilista fermo: viene colpito e ucciso da un mezzo pesante



Tragedia sul lavoro nel pomeriggio di oggi, 18 giugno, lungo l’autostrada A27 nella zona del Fadalto, oltre il casello di Vittorio Veneto nord (provincia di Treviso), in direzione Belluno. Un operaio di 41 anni, Vasile Iosif, residente a Breda di Piave e di origini straniere, è stato travolto e ucciso da un camion mentre cercava di soccorrere un automobilista in panne a bordo strada. I medici e gli infermieri del Suem 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, impiegato presso la De Zottis di Saletto. Iosif si stava dirigendo verso un cantiere lungo l’autostrada dove avrebbe iniziato il suo turno di lavoro.



Gli agenti della polizia stradale del distaccamento della A27 sono intervenuti per i rilievi del caso. L’incidente ha provocato pesanti rallentamenti del traffico. La De Zottis, azienda per la quale lavorava Iosif, era già stata colpita da una tragedia simile dieci anni fa, il 29 luglio 2014, quando due operai, Francesco Villacci di 28 anni e Mauro Camerotto di 47, furono travolti e uccisi da un camion lungo il Passante di Mestre, vicino all’uscita di Mirano.

Altri Incidenti nella Zona

Non solo l’incidente mortale sull’A27, ma anche un grave scontro frontale si è verificato alle 16 a Mareno di Piave (Treviso), lungo via Ungaresca. Due mezzi, un’auto e un trattore, si sono scontrati frontalmente causando un ferito grave. Si tratta di un 64enne di Loreggia, identificato con le iniziali B.L., che è stato trasportato d’urgenza in elicottero al Ca’ Foncello di Treviso.

La comunità locale è in stato di shock per queste tragiche notizie che evidenziano la pericolosità delle strade e la necessità di maggiore attenzione e sicurezza sul lavoro. Le autorità stanno indagando per determinare le cause precise degli incidenti e prevenire ulteriori tragedie.

Un Dolore che si Ripete

La tragica morte di Vasile Iosif riporta alla mente l’incidente di dieci anni fa, sottolineando quanto sia pericoloso il lavoro lungo le autostrade. La famiglia di Iosif, insieme ai colleghi e alla comunità di Breda di Piave, è devastata dalla perdita. Le istituzioni locali hanno espresso il loro cordoglio e promettono di migliorare le condizioni di sicurezza per evitare che simili tragedie possano ripetersi in futuro.

La De Zottis ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime il suo profondo dolore per la perdita di un altro lavoratore e si impegna a collaborare con le autorità per garantire la sicurezza sul lavoro. Questo incidente sottolinea ancora una volta l’importanza di seguire rigorosi protocolli di sicurezza, soprattutto in ambiti lavorativi ad alto rischio come quelli lungo le autostrade.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *