Albero di Giada: fai attenzione, se le temperature sono queste…



L’Albero di Giada, conosciuto anche come crassula ovata, ha conquistato una grande popolarità nel corso degli anni, diventando una pianta molto apprezzata negli appartamenti e sui balconi per la sua resistenza e la bellezza delle sue foglie ovate e succulente. Tuttavia, gestire questa pianta richiede un po’ di conoscenza e attenzione, specialmente per garantirne la salute e la crescita ottimale.



La pianta e le sue caratteristiche

La crassula ovata è una pianta originaria del Sudafrica, ampiamente diffusa nella zona meridionale del continente e adattabile a contesti mediterranei e continentali. Le sue foglie succulente sono un adattamento naturale per conservare l’umidità, essenziale considerando il suo habitat di origine.

Le temperature ideali

L’Albero di Giada preferisce temperature temperate calde, comprese tra i 18 e i 35 gradi. Durante l’inverno, la pianta richiede maggiore cura ma continua a crescere, mentre in estate risulta particolarmente responsiva. Tuttavia, la pianta può resistere a temperature estreme, fino a poco sopra lo 0 e fino a 42-43 gradi. Tali condizioni, se prolungate, possono compromettere la pianta, ma la sua resistenza le consente di sopravvivere anche in questi casi.

Cosa evitare

In presenza di gelo o caldo eccessivo, l’Albero di Giada potrebbe deperire rapidamente. In caso di danni alle foglie o ai rami, è consigliabile intervenire con cesoie o forbici disinfettate per rimuovere le parti compromesse. Durante l’inverno, è preferibile proteggere la pianta dalle correnti d’aria, mentre in estate richiede un’irrigazione più frequente senza eccedere.

In conclusione, gestire l’Albero di Giada richiede un equilibrio nelle temperature e nelle cure, ma la sua duttilità e resistenza ne fanno una scelta popolare per gli amanti delle piante d’appartamento e non solo.



Lascia un commento