Benji Gregory, l’attore di Alf trovato senza vita nella sua auto insieme al suo cane: aveva 46 anni



La comunità dello spettacolo è in lutto per la prematura scomparsa di Benji Gregory, noto per il suo ruolo di Brian Tanner nella sitcom cult degli anni ’80, ALF. Gregory, che aveva solo 8 anni quando divenne famoso grazie al suo ruolo nella serie, è stato trovato morto all’età di 46 anni nella sua auto, parcheggiata in un lotto della Chase Bank a Peoria, in Arizona, il 13 giugno scorso.



Secondo quanto riportato dalla sorella Rebecca, Gregory soffriva di gravi problemi di salute mentale, tra cui depressionedisturbo bipolare e disturbi del sonno che spesso lo tenevano sveglio per giorni. In un commovente post su Facebook, Rebecca ha scritto: “È con il cuore pesante che la mia famiglia ha subito una perdita troppo prematura. Ben era un figlio, fratello e zio eccezionale. Era divertente averlo intorno e ci faceva ridere abbastanza spesso.

Frugando tra le sue cose mi ritrovo a ridere dei suoi piccoli video o dei suoi appunti, mentre piango.”Nonostante il successo ottenuto con ALF, che ha funzionato per quattro stagioni dal 1986 al 1990, la vita di Gregory è stata segnata dalla sofferenza causata dai suoi disturbi mentali. Dopo aver lasciato la recitazione nel 2003, si era arruolato nella Marina degli Stati Uniti, ricevendo un congedo medico con onore nel 2005.

Nel 2006 si era sposato, anche se non è chiaro se il matrimonio fosse ancora in corso al momento della sua morte.La sorella Rebecca ha suggerito di effettuare donazioni in memoria di Benji all’Actors Equity Foundation o all’ASPCA, due cause a lui care. Questa tragica scomparsa ci ricorda l’importanza di affrontare apertamente i problemi di salute mentale e di fornire il supporto necessario a coloro che ne soffrono, affinché tragedie come questa non si ripetano.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *