Cantante di rap si spara accidentalmente durante la creazione di un video per i social



Rylo Huncho, un aspirante rapper di 17 anni della Virginia, ha perso la vita in un tragico incidente mentre stava registrando un video in diretta sui social media. Il giovane stava cantando e ballando durante una diretta su Instagram, tenendo uno smartphone in una mano e una pistola con puntatore laser nell’altra. Il video è stato tragicamente interrotto quando il ragazzo ha premuto accidentalmente il grilletto, sparandosi alla testa.



Il filmato della tragedia è diventato rapidamente virale, suscitando numerose speculazioni su cosa fosse realmente accaduto. Il 15 maggio, la polizia di Suffolk ha confermato che il 17enne è morto a causa di un colpo di pistola alla testa partito per errore. Nel video, si vede chiaramente il giovane maneggiare l’arma, rimuovere la sicura e puntarsela alla testa, premendo il grilletto dopo aver imprecato. L’inquadratura diventa traballante e il telefono cade a terra.

Nonostante i rapidi soccorsi, per Raleigh Freeman III, vero nome del ragazzo, non c’è stato nulla da fare. La sua famiglia ha avviato una raccolta fondi su GoFundMe per coprire le spese del funerale. “Mia zia ha appena perso suo figlio di 17 anni per un colpo alla testa,” hanno commentato Monica Savage e Diane Bryant, rispondendo alle numerose critiche sui social. “Era il suo unico figlio! Era una mamma single ma ha fatto del suo meglio per prendersi cura di lui.”

La tragedia ha sollevato importanti questioni sulla sicurezza delle armi e sull’uso irresponsabile dei social media da parte dei giovani. La polizia ha sottolineato l’importanza di educare i ragazzi sui pericoli delle armi da fuoco e ha ribadito l’urgenza di una maggiore supervisione da parte dei genitori e delle autorità.

Nel frattempo, la comunità locale è stata scossa dall’accaduto, con molti che hanno espresso il loro cordoglio e la loro solidarietà alla famiglia di Rylo Huncho. La tragedia ha anche riacceso il dibattito sulla necessità di leggi più severe sul controllo delle armi negli Stati Uniti, un tema che continua a dividere l’opinione pubblica.

La morte di Rylo Huncho è un triste promemoria dei pericoli che possono derivare da comportamenti imprudenti e dall’uso improprio delle armi da fuoco. Le autorità e le organizzazioni per la sicurezza delle armi sperano che questa tragedia possa servire da lezione per prevenire future perdite di vite umane in circostanze simili.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *