Come finisce La Lunga Notte, anticipazioni ultime puntate 30-31 gennaio 2024: Trama gli ultimi episodi



Le emozionanti ultime puntate de “La Lunga Notte”, con gli straordinari Alessio Boni e Martina Stella, promettono svolte drammatiche mentre il destino di Claretta e del Duce giunge a una conclusione. Trasmesso in prima serata su Rai 1 martedì 30 e mercoledì 31 gennaio alle 21:30 circa, lo spettacolo raggiunge il suo apice con momenti di tensione e rivelazioni scioccanti.



Trame Terzo e Quarto Episodio (30 Gennaio 2024):

3° Episodio:

Il destino di Dino è in bilico mentre il Duce ritira in extremis l’ordine di arresto. Edda, la figlia del Duce, si impegna a scoprire i loschi affari della famiglia Petacci. In un incontro con Hitler, Mussolini cerca di affrontare le difficoltà della guerra. Nel frattempo, l’umiliante confronto con il re spinge Mussolini a rivolgersi direttamente al principe Umberto.

4° Episodio:

Contrari al piano del principe, Federzoni e Bottai cercano di corrompere Galeazzo Ciano. Lo scontro al Quirinale rivela tensioni familiari e politiche. Galeazzo, in una svolta inaspettata, tradisce il suocero, gettando Claretta nel panico. Nel frattempo, svelazioni scioccanti coinvolgono Edda e Beatrice.

Trame Quinto e Sesto Episodio (31 Gennaio 2024):

5° Episodio:

In preda alla disperazione per un rifiuto amoroso, Claretta tenta il suicidio. Il Duce riceve un messaggio critico da De Cesare. Mussolini, sempre più deciso a scovare traditori, si confronta con il re e prosegue con la convocazione del Gran Consiglio. Svelamenti segreti coinvolgono Grandi, Ciano, e la famiglia Petacci.

6° Episodio:

Il Gran Consiglio si trasforma in uno scontro epico tra Mussolini e Grandi. Ciano tradisce il suocero, segnando la fine del regime. Intanto, Antonietta è presa in ostaggio dall’OVRA, Claretta offre consigli da lontano e Mussolini, venuto meno ai voti, viene arrestato. Mentre Roma è sconvolta, la guerra non è ancora finita.

Curiosità:

Il finale avvincente si discosta dalla storia originale, offrendo uno sguardo intrigante sulla caduta del Duce e l’ascesa della resistenza. La trama, ricca di colpi di scena, rende “La Lunga Notte” un capitolo memorabile nella rappresentazione storica televisiva.

Nella serie tv di Rai1, “La Lunga Notte – La Caduta del Duce,” Alessio Boni porta sullo schermo la figura complessa di Dino Grandi, un fedele fascista che si trasforma in un dissidente determinato a rimuovere Mussolini. La narrazione si svolge nelle ultime settimane del regime fascista prima dell’arresto del Duce nel luglio 1943.

Dino Grandi, interpretato magistralmente da Boni, è presentato come un politico di lunga data, ex ministro della Giustizia e degli Esteri. Originario di Mordano, Romagna, Grandi fu un seguace precoce di Mussolini, ma le sue azioni nel corso della storia dimostrano un’incredibile evoluzione. Boni, nella sua interpretazione, dona profondità a questo personaggio storico, da giovane appassionato politico a uomo determinato a cambiare le sorti del suo paese.

Grandi, figura di spicco del governo fascista, ha ricoperto incarichi di grande rilievo, tra cui ministro degli Esteri e ambasciatore nel Regno Unito. Tuttavia, il suo coraggio si manifesta quando decide di sollevare il Duce Mussolini, segnando un momento cruciale nella storia italiana.

Il 10 luglio 1943, gli Alleati sbarcano in Sicilia, e Grandi, deluso dagli esiti militari, decide di agire. La serie rivela i dettagli del Gran Consiglio convocato da Grandi il 24 luglio, durante il quale presenta un ordine del giorno mirante a rimuovere Mussolini e ripristinare la Costituzione. La votazione approva il piano, portando alla sostituzione del Duce con il maresciallo Pietro Badoglio.

Curiosità sulla vita di Grandi aggiungono profondità alla trama. Grandi, nonostante la caduta del fascismo, continua a considerarsi fascista fino alla sua morte nel 1988, vivendo in esilio tra Spagna, Portogallo e America Latina.

La serie Rai, diretta da Giacomo Campiotti, offre uno sguardo avvincente agli ultimi giorni tumultuosi del regime fascista. Alessio Boni, nei panni di Grandi, incarna la forza e il coraggio di un uomo che ha avuto un ruolo chiave nei momenti cruciali della storia italiana. La trama intrecciata di politica, intrighi e decisioni difficili rende “La Lunga Notte” una produzione televisiva imperdibile.



Lascia un commento