Francesca Migliano chi è la donna trovata morta in casa a Bologna: vicino a lei c’era il cane



Il Ritrovamento di Francesca Migliano

Francesca Migliano, estetista residente a Bologna, è stata trovata morta nella sua abitazione di via Cartoleria, nel centro della città. La scoperta è stata fatta dalla madre anziana, preoccupata perché non aveva notizie dalla figlia da diverse settimane. Quando la madre è andata a trovarla, ha trovato Francesca senza vita, seduta di fronte al divano.



I primi accertamenti suggeriscono che Francesca sia morta durante il periodo natalizio. Tuttavia, il cadavere presenta segni di contaminazione da parte del suo cane, rimasto solo e senza cibo o acqua. Il cane potrebbe aver morsicato il corpo nel tentativo di svegliarla. Al momento, non è possibile escludere alcuna ipotesi sulla causa della morte, compresi il decesso naturale, l’omicidio o il suicidio.

Indagini in Corso

Per determinare la causa esatta della morte, è stata programmata un’autopsia affidata al medico legale Paolo Fais. Questa autopsia dovrebbe rispondere a molte delle domande che circondano questo caso. Gli inquirenti stanno indagando sulla situazione e hanno già ascoltato i vicini di casa e la madre della vittima.

Nel frattempo, stanno cercando di identificare le clienti di Francesca Migliano, utilizzando il suo telefono cellulare e il suo computer per trovare informazioni pertinenti. Il caso rimane avvolto dal mistero, e la causa della morte sarà determinata solo dopo l’autopsia.

Casi Simili

Questo caso di morte misteriosa a Bologna non è l’unico di recente. Recentemente, a Civitanova Alta, nelle Marche, un fotografo 76enne è stato trovato morto in un casolare abbandonato. In questo caso, sembrerebbe che il decesso sia stato causato da un malore improvviso, e i parenti avevano deciso di controllare dopo che non avevano avuto notizie da lui per un lungo periodo.

Un altro caso simile è avvenuto ad Ancona, dove un uomo di 72 anni è stato trovato morto in casa dal fratello, con cui aveva interrotto ogni rapporto per molti anni. Il decesso sembra risalire a diversi anni fa, e gli inquirenti stanno cercando di capire perché nessuno dei vicini di casa abbia segnalato nulla.

In questo periodo, si è anche scoperto il cadavere mummificato di una donna di 77 anni in un baule a Mondragone, in provincia di Caserta. Sembrerebbe che la figlia avesse nascosto il cadavere per continuare a percepire la pensione della madre, nonostante quest’ultima fosse morta in casa a causa di un malore.

La serie di casi misteriosi solleva domande su quanto possiamo conoscere veramente le vite dei nostri vicini e l’importanza della comunicazione e dell’attenzione reciproca.



Lascia un commento