Lunetta Savino chi è: età, marito, figli, malattia, dove vive e quanto guadagna



Lunetta Savino si distingue come una delle attrici più celebrate e rispettate del panorama cinematografico e televisivo italiano, portando con sé una storia di successo e talento indiscutibile. La sua capacità di immergersi in personaggi complessi e di renderli memorabili per il pubblico dimostra il suo impegno e la sua passione per l’arte della recitazione. Scopriamo più da vicino il viaggio e i segreti di questa icona della cultura italiana.



Il percorso professionale di Lunetta Savino

Nata sotto il segno dello Scorpione il 2 novembre 1957 a Bari, Lunetta Savino ha iniziato il suo cammino nel mondo dello spettacolo fin dalla giovane età. Cresciuta nella vibrante atmosfera pugliese, ha presto sentito il richiamo delle arti sceniche, spingendola a intraprendere un viaggio verso la realizzazione del suo sogno. La decisione di trasferirsi a Bologna per studiare presso il DAMS (Dipartimento delle Arti, della Musica e dello Spettacolo) all’Università degli Studi di Bologna, ha segnato l’inizio di un’avventura che l’ha vista crescere sia personalmente sia professionalmente.

Frequentando la scuola di teatro Alessandra Galante Garrone, ha perfezionato le sue abilità recitative, emergendo come una giovane promessa del teatro italiano. Il suo debutto nel 1980 in una produzione di “Macbeth” di William Shakespeare ha sancito l’inizio di una carriera straordinaria, durante la quale ha abbracciato un’ampia varietà di ruoli, dimostrando una straordinaria versatilità.

Successi televisivi e cinematografici

La carriera di Lunetta Savino ha conosciuto una svolta significativa con il suo ruolo di Concetta Gargiulo, meglio conosciuta come “Cettina”, nella serie TV “Un medico in famiglia”. La sua interpretazione le ha valso una vasta popolarità e l’ammirazione di milioni di telespettatori, consolidando il suo status di attrice di prim’ordine.

Il grande schermo ha offerto ulteriori occasioni per brillare, come dimostra la sua acclamata partecipazione in “Matrimoni”, che le ha fruttato nomination prestigiose al David di Donatello e al Nastro d’Argento. La collaborazione con il rinomato regista Ferzan Ozpetek in pellicole come “Saturno contro” e “Mine vaganti” ha arricchito ulteriormente il suo curriculum, confermandola come una delle attrici più talentuose e rispettate del cinema italiano.

La sua capacità di adattarsi e di esprimersi in contesti diversi è stata evidenziata da ruoli in film come “Liberate i pesci!”, “Il figlio della luna”, e “Scusate se esisto”, oltre a partecipazioni recenti in produzioni come “My Soul Summer”. Nel settore televisivo, ha continuato a impressionare con performance in “Le indagini di Lolita Lobosco” e “Studio Battaglia”.

Vita privata e curiosità

Nonostante la sua figura pubblica sia ben conosciuta, Lunetta Savino ha sempre mantenuto un certo grado di riservatezza riguardo alla sua vita privata, un tratto che ha contribuito al suo fascino e alla sua stima presso il pubblico. La sua relazione con Franco Tavassi, culminata in un matrimonio durato fino al 1994 e dalla quale è nato il figlio Antonio, offre uno sguardo raro nella sua sfera personale.

Oltre alla recitazione, Lunetta Savino ha coltivato interessi in ambiti come la scrittura e la cucina, dimostrando un’ampia gamma di talenti e passioni. La sua abilità di comunicare in modo semplice e diretto, sia attraverso le sue performance che nelle sue opere scritte, permette a tutti di sentirsi “a casa”, un aspetto che la rende unica nel suo genere.

Lunetta Savino continua a essere un faro di ispirazione e un pilastro del mondo dello spettacolo italiano, rappresentando con orgoglio l’arte e la cultura del suo paese sulle scene nazionali e internazionali.



Lascia un commento